La guida Nuok Summer 2012 per aiutare l'Emilia

Scritto da: -

Nuok Summer 2012

Nuok si è fatto un nome a forza di curiosità scovate a partire dalla “grande mela”. Da blog cittadino a community di tanti urban reporter e innumerevoli lettori, ha veicolato tonnellate di esperienze raccolte sul “campo estero”, a tutto vantaggio dei viaggiatori italiani decisi ad attraversare il mondo, e magari anche a fermarsi un po’ più a lungo, in sconosciute latitudini parecchio lontane da quelle di origine.

E dopo tante parole e altrettante dritte, il consolidamento del carnet d’adresses ha preso la forma di una vera e propria guida in pdf, scaricabile gratuitamente secondo uno spirito di condivisione coerente con l’insieme dell’iniziativa. Poi c’è stato il terremoto che ha fatto tremare l’Emilia Romagna, e la volontà di portare aiuto alle popolazioni colpite ha suggerito un’idea solidale, sviluppata insieme a Samantha, redattrice storica di Finale Emilia, uno degli epicentri delle scosse.

L’ebook si è abbinato al conto corrente del suo Comune, e all’appello diretto ai lettori, direttamente invitati a contribuire alla gestione dell’emergenza e alla ricostruzione, per un nuovo puzzle da comporre pezzetto dopo pezzetto, come lo stesso Nuok:

Nuok funziona come Tetris. I primi pezzettini sono atterrati a New York: si sono incastrati fra le sue strade e in un battibaleno sono diventati le fondamenta di un palazzo. Via via che i piani aumentavano, la vista si allargava: dapprima i cinque boroughs; poi gli Stati Uniti; ora i cinque continenti. E’ così che un blog dedicato a una città si è trasformato in un magazine con redattori sparsi in tutto il mondo: un incastro dopo l’altro. Nuok è un grattacielo ancora in costruzione, ma dopo due anni ormai ha preso forma: somiglia all’Empire State Building nel Columbus Day, quando s’illumina di rosso, bianco e verde. Già, perché i suoi mattoncini sono tutti italiani.

Via | nuok.it

Vota l'articolo:
3.67 su 5.00 basato su 24 voti.