Maturità 2018: la votazione finale

Ecco come viene calcolato il punteggio finale per la Maturità 2018

Esame di maturità 2018

La valutazione finale della maturità suscita sempre qualche perplessità e capirci qualcosa può non risultare sempre facilissimo, considerando anche il risultato finale è espresso in centesimi, mentre le prove scritte vengono valutate in quindicesimi e quella orale in trentesimi. A questo si aggiungono i crediti che gli studenti hanno accumulato nel corso dell'ultimo triennio, ma vi assicuriamo che il calcolo finale è davvero semplice.

Il punteggio finale di questa maturità 2018 viene espresso in centesimi e va da un minimo di 60/100, la sufficienza, ad un massimo di 100/100, lode esclusa. Ma come si arriva al punteggio finale?

Maturità 2018: la valutazione delle prove scritte

La prima prova, quella che si terrà mercoledì 20 giugno 2018, sarà valutata con un minimo di 0 punti e fino ad un massimo di 15 punti. Lo stesso vale per la seconda prova scritta in programma giovedì 21 giugno 2018 e per la terza prova, fissata invece per lunedì 25 giugno.

Le tre prove scritte, in definitiva, daranno complessivamente una valutazione tra 0 a 45 punti. Per raggiungere la sufficienza, però, sarà necessario ottenere almeno 10 punti per ciascuna prova, vale a dire 45 punti in totale tra le tre prove scritte.

Maturità 2018: colloquio orale e crediti formativi

Il temutissimo colloquio orale sarà valutato con un minimo di 0 punti e un massimo di 30 punti, anche se per raggiungere la sufficienza si dovranno ottenere almeno 20 punti. Superate le quattro prove, insomma, gli studenti potranno attenere fino ad un massimo di 75 punti e superare quindi la maturità con un discreto punteggio.

A far salire ulteriormente il voto finale ci penseranno gli eventuali crediti formativi che gli studenti hanno ottenuto nel corso degli ultimi tre anni tramite attività extra-curricolari: i punti disponibili vanno da un minimo di 10 ad un massimo di 25. E così, nella migliore delle ipotesi, si arriva al tanto agognato punteggio massimo di 100/100.

Maturità 2018: punteggi aggiuntivi e lode

La commissione d'esame, però, ha a disposizione 5 punti aggiuntivi da assegnare a ciascun studente, nel caso in cui questi sia arrivato all'esame di maturità con almeno 15 crediti formativi ed abbia superato le prove d'esame con almeno 70 punti. Questo significa che anche chi non ha completato in modo perfetto le varie prove, potrà comunque ambirà alla valutazione massima.

E la lode?

La Commissione, a propria discrezione e con una decisione che deve essere presa all'unanimità su proposta della sottocommissione, potrà attribuire la lode agli studenti che saranno arrivati all'esame di maturità 2018 con 25 crediti formativi, il massimo disponibile, e che avranno raggiunto il massimo del punteggio in ogni prova scritta e orale, senza considerare quei 5 punti jolly che la Commissione può assegnare.

Di seguito uno specchietto riepilogativo che potrebbe tornarvi utile:

Votazione Maturità 2018

Foto | iStock

  • shares
  • +1
  • Mail