Maturità 2018: le possibili tracce per la prima prova d'esame

Il tema di italiano è la prima prova d'esame di Maturità 2018, che inizierà il prossimo 20 giugno

Maturità 2018 tracce

Ci siamo, il 20 giugno prossimo inizieranno ufficialmente gli esami di Maturità 2018, che coinvolgeranno oltre 500mila studenti di ogni parte d'Italia. La prima prova è sempre il temuto tema di italiano, uguale per tutti i licei e gli istituti, che terrà i maturandi impegnati con una traccia a scelta fra quattro tipologie: analisi del testo, saggio breve o articolo di giornale, tema storico e tema di attualità, quest'ultimo spesso il più scelto dai candidati.

Gli alunni degli istituti superiori, per non farsi cogliere impreparati dall'apertura delle buste del MIUR, sono già da tempo impegnati a ripassare i principali autori del 900 per l'analisi del testo. Oggetto di ripasso anche la storia contemporanea e le sue ricorrenze, sempre in lizza per le tracce del tema storico, come anche del saggio breve o articolo di giornale, dove spesso viene richiesto di analizzare documenti legati ad una certa tematica di valore secolare, appartenente a quattro sottocategorie: quella di tipo artistico letterario, storico-politico, tecnico-scientifico e socio-economico.

Maturità 2018 prima prova: possibili tracce storiche

Detto questo, è importante sapere che l'anno in corso è ricco di ricorrenze importanti che potranno essere scelte come protagoniste della prima prova della Maturità 2018, per molti ambiti, a partire dai centenari importanti che si sono celebrati o si celebreranno. Uno su tutti la fine della prima guerra mondiale, chiusasi con la firma dell'Armistizio di Compiégne (o Armistizio di Rethondes), l'11 novembre 1918, da parte dell'Impero Tedesco ormai messo in ginocchio.

Ma il 2018 sarebbe stato anche il centesimo anno dalla nascita di Nelson Mandela, attivista e politico sudafricano che si schierò contro l'apartheid. Solo 50 anni fa l'Italia viveva il suo Sessantotto, con le università occupate, la rivoluzione studentesca e la nascita del movimento operaio. L'America assisteva invece impotente all'assassinio di Martin Luther King, attivista per i diritti civili degli afroamericani, ucciso a Memphis da un colpo di pistola.

Il 10 dicembre 1948, veniva approvata la Dichiarazione Universale dei Diritti dell'Uomo ma vedeva la luce anche la Costituzione italiana, mentre dieci anni più tardi, nel 1958, sempre in Italia veniva varata la Legge Merlin, fortemente voluta dalla senatrice Lina Merlin, che chiudeva le case chiuse e introduceva i reati di sfruttamento e favoreggiamento della prostituzione.

L'Italia del 1978 accoglieva invece Sandro Pertini come suo Presidente della Repubblica e solo tre mesi dopo iniziava il pontificato di Karol Wojtyla sotto il nome di Giovanni Paolo II, uno dei papi più amati della storia.

Maturità 2018 prima prova: possibili tracce di carattere scientifico e tecnico

Il 2018 è un anno importante anche per ricorrenze che toccano i temi della scienza, della medicina e della tecnologia. Cent'anni fa la popolazione mondiale veniva decimata dalla cosiddetta influenza spagnola, che secondo le stime, riuscì ad infettare mezzo miliardo di persone in tutto il mondo. Un possibile tema della prima prova di italiano, potrebbe essere sulle pandemie e sulle mutate condizioni di igiene e salute generale da ieri a oggi.

Altra traccia possibile è quella dedicata alla nascita della penicillina, grazie allo scienziato Alexander Fleming, avvenuta esattamente 90 anni fa. Più recente invece, in questo caso con data 1958, il lancio del primo satellite spaziale americano, l'Explorer 1, esattamente 10 anni dopo la nascita del programma Sputnik russo, che vide l'URSS iniziare la sua gara per la conquista dello spazio. Nel 1968, per cavalcare il crescente interesse per l'universo, usciva "2001 Odissea nello Spazio" di Stanley Kubrick.

Correva invece l'anno 1998 e a Menlo Park, in California, veniva fondata Google, ad opera di due studenti dell'Università di Stanford, Larry Page e Sergey Brin, convinti dell'enorme potenziale dei motori di ricerca.

Maturità 2018 prima prova: possibili tracce analisi del testo

Per quanto riguarda l'analisi del testo, il toto autore è partito già da mesi. Sapere quale opera sceglierà il MIUR per la prima prova di Maturità 2018 non è semplice, in quanto negli ultimi anni la traccia di analisi del testo è stata spesso dedicata a personaggi di nicchia, presenti ai margini del programma d'italiano delle scuole superiori o non presenti affatto.

Durante la Maturità 2017 gli studenti si sono dovuti confrontare con i "Versicoli quasi ecologici" di Giorgio Caproni, mentre nel 2013 fu il turno di Claudio Magris e dell'Infinito Viaggiare, che mise in difficoltà non pochi maturandi.

Più classiche le tracce intermedie. Nel 2014 "Ride la gazza nera, sugli aranci" di Salvatore Quasimodo, mentre nel 2015 "Il Sentiero dei nidi di ragno" di Italo Calvino e nel 2016 "Su alcune funzioni della letteratura" di Umberto Eco.

Per l'analisi del testo della prima prova di Maturità 2018 restano in lizza i grandi autori: Giuseppe Ungaretti, che non è protagonista del tema di italiano dal 2011, Ugo Foscolo, con le Lettere di Jacopo Ortis e i Sonetti sempre gettonatissimi, Gabriele D'Annunzio, autore che partecipò attivamente alla Prima Guerra Mondiale, di cui, come detto, cade il centenario dalla fine.

Ma, a livello di previsioni, potrebbe tornare sui banchi della Maturità anche Salvatore Quasimodo, nell'anno del suo cinquantenario dalla scomparsa. Ipotizziamo qualche traccia? L'analisi del testo potrebbe andare a toccare ancora una volta la celebre raccolta di poesie Ed è subito sera o una delle più recenti, come La terra impareggiabile, da cui la bellissima poesia Ancora nell'inferno, che esprime le paure dell'autore sulla bomba a idrogeno e in generale sul tema del nucleare.

Giacomo Leopardi e Alberto Moravia sono sempre nella dorata lista dei papabili, ma un ripassino andrebbe fatto anche sulle opere di Mario Rigoni Stern, a 10 anni dalla sua scomparsa.

Foto | iStock

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 16 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO