Maturità 2018, gli orali

Ultima fatica per i maturandi dell'esame di Maturità 2018: ecco le date degli orali e come si svolgeranno.

Maturità 2018, orale e Commissione interna ed esterna

Maturità 2018 – Sono quattro le prove previste dal MIUR per gli esami di maturità: prima prova (il tema), seconda prova (materia caratterizzante il corso di studi), terza prova (scritto multidisciplinare) e gli orali. Gli esami orali si tengono dopo le prove scritte e in pratica consistono in un colloquio con la Commissione durante la quale i maturandi dovranno esporre le loro tesine e rispondere alle domande della Commissione, compresi i commissari esterni.

Date degli orali dell'esame di maturità 2018

Gli esami di Maturità 2018 quest'anno inizieranno dal 20 giugno con la prima prova, il tema. Il MIUR ha scelto queste date:

  • Maturità 2018, data della prima prova: mercoledì 20 giugno
  • Maturità 2018, data della seconda prova: giovedì 21 giugno
  • Maturità 2018, data della terza prova: lunedì 25 giugno
  • Maturità 2018, data degli orali: ogni istituto stabilisce il proprio calendario

Questo vuol dire che ogni singola scuola decide quando iniziare gli orali, per cui non è possibile fornirvi indicazioni in merito.

Come si svolgono gli orali della maturità 2018?

In pratica gli orali della Maturità sono un'interrogazione globale riguardante tutto il programma dell'ultimo anno scolastico. L'orale si articola in diversi momenti:

  1. esposizione della tesina: l'orale inizia con l'esposizione della tesina. Di solito questa fase dura 10-15 minuti, quindi preparate un discorso chiaro e conciso che duri questo lasso di tempo
  2. domande della Commissione: finita l'esposizione della tesina, parte il fuoco di fila di domande da parte di ogni membro della Commissione, quindi sia commissari esterni che interni. I professori potranno fare domande su qualsiasi argomento faccia parte del programma della materia assegnata loro
  3. correzione degli scritti: l'ultima parte dell'orale riguarda la correzione degli scritti. Verranno analizzate prima, seconda e terza prova. Probabilmente vi verranno indicati gli errori e su tali errori vi verranno fatte delle domande
  4. lingua straniera: per i maturandi che hanno in commissione come commissario interno il professore di lingua straniera, è possibile che vengano fatte domande anche in tale lingua

Consigli per un colloquio tranquillo

Oltre ai classici consigli (ripassate bene tutto, incluse le prove scritte; provate il discorso della tesina a casa, ripassando anche eventuali argomenti collegati; studiate ripetendo a voce alta a un'altra persona; guardate come si svolgono gli orali di altre persone; preparate diversi argomenti a piacere nel caso vi venissero chiesti), ai colloqui degli orali di Maturità bisogna presentarsi in bel modo, in maniera tale da impressionare positivamente la Commissione.

Ecco qualche consiglio in merito:

  • il look deve essere sobrio. Quindi bandite minigonne ardite, vestiti troppo scollati, jeans strappati, canottiere e pantaloncini corti. Anche per il trucco, deve essere appena accennato. Non esagerate con gli accessori. Dimostrate che state prendendo seriamente la cosa: ogni situazione richiede il suo look e quello che utilizzate per andare in discoteca non è quello da tenersi a un orale della Maturità
  • adottate l'atteggiamento giusto. Dovete dimostrare di essere sicuri di voi stessi, senza essere spacconi o saccenti. Inoltre siate educati e rispettosi, senza essere eccessivamente timidi
  • salutate sempre tutti i membri della Commissione (anche quelli che vi stanno antipatici) e sorridete con cordialità, senza sghignazzare
  • mi raccomando: niente gomme da masticare durante l'orale (prima per alleviare lo stress sì, durante no)

Foto | iStock

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO