Recensione La generatrice dei miracoli e Le geometrie dell'amore di Caterina Ceccuti

Oggi vi presentiamo la recensione dei libri di Caterina Ceccuti: La generatrice dei miracoli e Le geometrie dell'amore.

Caterina Ceccuti

Che ne dite se oggi vi presentiamo non uno, ma ben due libri? Si tratta di libri scritti da Caterina Ceccuti: La generatrice dei miracoli e Le geometrie dell'amore. Caterina Ceccuti è nata a Firenze nel 1980, si è laureata in Scienze Politiche ed è attualmente giornalista pubblicista, collaborando anche La Nazione di Firenze nella rubrica "Vita di Club". E' anche la redattrice della rivista Nuova Antologia, dove ha creato la rubrica Spazio Giovani. Il suo primo libro è stato Voa Voa, pubblicato nel 2013 e dedicato alla figlia Sofia, la quale soffre di Leucodistrofia Metacromatica. Nel medesimo anno, insieme al marito Guido De Barros, Caterina Ceccuti ha creato l'associazione Voa Voa Onlus Amici di Sofia, per aiutare le famiglie dei bambini affetti da malattie rare e neurodegenerative.

Nel 2014 arriva il romanzo La generatrice di miracoli, edito da Pagliai Editore. Il libro, di stampo gotico, ha ottenuto il Fiorino d'Oro per la narrativa durante la XXXIII edizione del Premio Firenze 2015. Nel 2017, poi, esce Le geometrie dell'amore, sempre Pagliai Editore, il sequel di La generatrice di miracoli, questa volta in stile fantasy romantico e con protagonista, ancora una volta, il giornalista Riccardo Sirigatti, responsabile della Rubrica del Sovrannaturale sulla rivista Bric à Brac. Vi dico subito che per me è un grosso a entrambi i libri.

Voa Voa di Caterina Ceccuti: trama

Voa Voa è un diario biografico scritto nel 2013. Inizialmente l'editore è stato Le Lettere, ma attualmente i diritti di stampa sono stati ceduti a Voa Voa Onlus. Il ricavato delle vendite di tale libro viene, infatti, destinato alle attività benefiche della Onlus. Voa Voa racconta la storia dell'autrice e della nascita della figlia, fino alla comparsa, all'età di un anno e mezzo della piccola, della Leucodistrofia Metacromatica. Dopo aver diagnosticato questa malattia, la famiglia della piccola Maria ha cercato di distrarla dalle sue sofferenze creando una sorta di cerchio magico intorno a lei per proteggerla.

Voa Voa è una diretta testimonianza dello stato di abbandono e di solitudine in cui versano le famiglie con bambini affetti da patologie neurodegenerative gravi. Nel libro, l'autrice immagina che sia la figlia a parlare attraverso le parole di un diario immaginario, in modo da non far cadere nell'oblio nulla del carattere della figlia, oramai non più capace di esprimersi.

La generatrice di miracoli di Caterina Ceccuti: trama e recensione

Nel 2014 arriva La generatrice di miracoli, romanzo gotico edito da Pagliai Editore, vincitore del Fiorino d’oro per la narrativa alla XXXIII edizione del Premio Firenze. Inoltre nel 2018 l'opera verrà proposta a teatro grazie a Paolo Biribò e Marco Toloni.

La trama di La generatrice di miracoli è ambientata nei primi anni del Novecento. Qui conosciamo il giornalista Riccardo Sirigatti, impiegato presso la rivista fiorentina Bric à Brac. Un giorno il suo direttore lo convince ad occuparsi della nuova rubrica settimanale dedicata al sovrannaturale. Grazie a questo lavoro, incontrerà l'anziana signora Teresa che lo libererà dal suo legittimo scetticismo per quanto riguarda le questioni sovrannaturali. Teresa, infatti, ha ricevuto da piccola la chiamata del Signore. Diventata suora, anche il demonio, però, pare essersi interessato a lei: accetterà o no il dono che il demonio ha in serbo per lei? Dono che aiuterebbe gli altri, ma a prezzo della dannazione della sua anima.

La generatrice di miracoli è un ottimo libro. La trama si svolge sotto forma di una vera e propria inchiesta giornalistica, per cui Sirigatti ci proporrà di volta in volta pezzi dell'intervista fatta a Teresa, nonché lettere e incontri con altri testimoni della vicenda. Man mano che proseguiamo la lettura ci sentiremo sempre più coinvolti nella vicenda, complici anche personaggi semplici, ma dal grande spessore. Lo stile di scrittura è funzionale alla trama, scorrevole e mai ridondante, ma la cosa veramente curiosa è che si finisce con il leggere i dialoghi con un accento mentale toscano, non ho potuto farne a meno. Una storia che vi darà un sottile brivido fino alla fine.

Le geometrie dell'amore di Caterina Ceccuti: trama e recensione

Infine nel 2017 arriva Le geometrie dell'amore, romanzo di genere fantasy romantico, sempre edito da Pagliai Editore. In Le geometrie dell'amore torna in azione il giornalista Riccardo Sirigatti, responsabile della Rubrica del Sovrannaturale del giornale Bric à Brac. Questa volta a turbare la vita di Sirigatti ci pensa una giovane donna molto bella, Silvia Liguori: con un orologio da taschino in mano, la donna gli spiega di essere arrivata dal futuro, dall'anno 2010 per l'esattezza.

Grazie alla donna, Sirigatti verrà in contatto con un famoso giocatore d'azzardo, Nicanore Morelli, uomo dalla fortuna incredibile. Solo che la sua non è fortuna ai tavoli da gioco: Morelli è dotato di poteri extrasensoriali che gli permettono di cambiare l'aspetto degli oggetti agli occhi delle persone con cui ha a che fare. Ovviamente Morelli usa queste capacità per barare al gioco, ma Silvia sa che nel corso di quella notte, Morelli finirà invischiato in una rissa che lo porterà in galera. Riusciranno Silvia e Sirigatti a tirare fuori di prigione Morelli? E riuscirà a tornare col suo amore nel futuro?

Promossa anche la seconda inchiesta di Sirigatti. Questa volta l'aura del romanzo è meno mistica, ma più paranormale, con un tocco di romance che non potrà non intenerirvi. Si mantiene lo stile di scrittura del precedente romanzo, anche se questa volta si ha meno la sensazione dell'inchiesta giornalistica in quanto Sirigatti fa parte della storia paranormale in questione, quindi è tutto più vissuto. La trama è un pochino più complessa della precedente in quanto presente il tema del viaggio nel tempo, sempre difficile da trattare per via dei paradossi che si potrebbero creare. Tuttavia qui tutto viene trattato con garbo e consapevolezza, al giusto momento. Anche questo un libro assolutamente consigliato.

Foto | Screenshot da Amazon

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 148 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO