“Travolti dal caso”, la matematica delle coincidenze

Nel libro de Il Saggiatore il matematico Joseph Mazur ci guida nello straordinario mondo della casualità

LONDON, ENGLAND - DECEMBER 15: A dice held by a store assistant at Sharps Pixley Bullion Brokers on December 15, 2015 in London, England. The brand, established in 1778, is owned by the German based DEGUSSA who have opened their first retail store on St James's Street in Mayfair.  (Photo by Ben Pruchnie/Getty Images)

Primi anni Settanta. L’attore Anthony Hopkins viene ingaggiato per interpretare il personaggio di Kostya nella riduzione cinematografica de La ragazza di via Petrovka. Dopo avere cercato, senza successo, il romanzo in diverse librerie di Leicester Square, decide di tornare a casa e nota un libro appoggiato su una panchina della stazione della metropolitana. Il libro non è soltanto una copia de La ragazza di via Petrovka, ma è una copia persa dallo stesso autore George Feifer.

Il 14 luglio 1993 Joan Ginther entra in un supermercato Stop & Shop a Bishop, in Texas, compra alcuni biglietti gratta e vince del Lotto Texas e vince 5 milioni e 400mila dollari. Dopo qualche anno vince 2 milioni di dollari all’Holiday Millionaire. Passano due anni, gioca alla lotteria Millions and Millions e vince 3 milioni di dollari e dopo un altro biennio partecipa alla Extreme Payout e si aggiudica altri 10 milioni di dollari.

Il mondo è fatto di possibilità e “se esiste una probabilità, anche minima, che una cosa accada, allora prima o poi è destinata ad accadere a qualcuno, da qualche parte”. È questa la tesi di Travolti dal caso, il libro di Joseph Mazur, pubblicato in Italia da Il Saggiatore, che spiega con brio e precisione la matematica e le mitologie delle coincidenze.

Chi di noi non si è mai interrogato sulle coincidenze delle proprie vite? Chi non ha riflettuto sulle possibilità, sulle sliding dors e sui casi di serendipity che hanno imposto una svolta definitiva alle proprie vite?

“Raccontate una coincidenza in una qualunque occasione mondana e avrete l’attenzione di tutti. Perché? Perché, in questa enigmatica galassia, trasmette un forte senso di globale connessione umana, dà prova di un significato esistenziale e sostanzia la nostra brama di individualità”,

spiega Mazur nell’introduzione del suo saggio che affronta la questione con una casistica tanto incredibile quanto reale.

Chiunque di noi ha il proprio bagaglio di coincidenze più o meno incredibili.

Faccio un esempio personale. Per sei anni e mezzo ho lavorato a Milano in un’azienda editoriale con oltre cento impiegati. Tre anni dopo la fine di quel rapporto professionale mi è capitato di fare un’escursione al Colle Tenda, al confine fra Italia e Francia. Sul sentiero che mi riportava al parcheggio vedo una faccia conosciuta: era una mia ex collega, climber per passione, da qualche tempo residente nel cuneese.

E non finisce qui. Qualche ora prima, dopo aver parcheggiato l’automobile sul colle, avevo visto uscire dall’auto di fronte alla mia un giornalista che, come me, seguiva le principali competizioni del ciclismo professionistico. Anche lui era lì, insieme alla figlia, per iniziare un’escursione a piedi!
joseph-mazur.jpg

Due incontri casuali, legati al mio passato professionale, in luoghi lontani e solitari, nello stesso giorno, a un paio di chilometri di distanza. Incredibile vero?

In Travolti dal caso Joseph Mazur spiega come si possa applicare la matematica alle coincidenze, in modo da razionalizzarle. Partendo dagli esempi più semplici – per esempio i calcoli probabilistici sui risultati del lancio di due dadi – il matematico approda agli esempi tratti dalle coincidenze citate in apertura di questo articolo e ne illustra altre.

Il razionalismo di Mazur abbatte qualsiasi “superstizione” numerica, per esempio che un numero che non esce da molto tempo alla lotteria abbia maggiori possibilità di uscire rispetto a quelli che escono frequentemente. Oppure che la colpevolezza di un individuo possa essere decretata dalla prova del Dna. Numeri alla mano, Mazur ci dimostra come anche nei test del Dna possano verificarsi coincidenze a dir poco incredibili.

Il ruolo delle scoperte casuali nel progresso scientifico e l’ampio utilizzo delle coincidenze nelle storie, nei miti e nelle leggende che accompagnano l’umanità da millenni concludono un libro godibilissimo, in grado di attrarre tanto gli appassionati di matematica, quanto coloro che si interrogano sul caso e le sue possibilità.

Foto Mazur | Davide Mazzocco

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 18 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO