La rinascita delle città stato, come governare nell’epoca della devolution

cittastato-khanna.jpg

Dopo la celebre trilogia composta da I tre imperi: nuovi equilibri globali nel XXI secolo (2009), Come si governa il mondo (2011) e Connectography (2016), La rinascita delle città-Stato è il nuovo, illuminante e spiazzante lavoro di uno degli strateghi politici più importanti del mondo, Parag Khanna.

“Le elezioni presidenziali del 2016 hanno rivelato che la democrazia così come è praticata negli Stati Uniti è uno strumento in grado tanto di dividere i cittadini quanto di unirli. Due anni di campagna elettorale avvelenata hanno portato allo scoperto ampi strappi nel tessuto della nazione senza che si sia stilata un’agenda condivisa sul modo in cui ricucirli. Il difetto non sta solo nei risultati, ma anche nel modello: la democrazia da sola non basta più…”,

spiega il politologo, già consulente dell’amministrazione Obama.

Secondo Khanna “gli Stati Uniti sono molto più un esempio di degenerazione politica che di buona governance” e anche in quelle che sembrano essere le democrazie più sane, la deriva autoritaria e tirannica è dietro l’angolo.

Come ripensare la democrazia? “Una tecnocrazia diretta è il modello migliore per la governance del XXI secolo, laddove combina un esecutivo a presidenza collettiva e un Parlamento multipartitico di tipo svizzero con un’amministrazione pubblica come quella di Singapore” si legge in questo bel saggio ricco di preziose indicazioni sugli errori da evitare e gli esempi virtuosi ai quali ispirarsi.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 1 voto.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO