Kurt Vonnegut Jr., la prima biografia italiana

Pascal Schembri pubblica con Odoya la prima biografia di uno degli autori di culto della letteratura statunitense

vonnegut.jpg


Con Kurt Vonnegut Jr. Una biografia chimica Pascal Schembri colma un vuoto: a dieci anni dalla morte, l’autore del romanzo culto Mattatoio nr 5 ancora non aveva una biografia in italiano. Il suo lavoro approfondisce i nessi tra vita, pensiero e opera di uno scrittore “fuoriclasse” che spesso ha utilizzato le proprie esperienze per creare letteratura e la letteratura come strumento per documentare le proprie esperienze. Una tra tutte? Quella del bombardamento di Dresda in cui vennero massacrati 75.000 civili, al quale Kurt Vonnegut Jr. assistette da prigioniero, poi chiamato a far pulizia dei cadaveri...

Per le tematiche altamente esistenziali a lui care, la fantascienza sembrò il genere più adatto, questo forse alla base del più grande misunderstanding sulla sua intera opera. Ma se la facoltà di antropologia dell'università di Chicago premiò Ghiaccio nove (Cat’s Cradle) equiparandolo a una tesi di laurea (l’autore aveva già dato tutti gli esami), Vonnegut fu spesso snobbato dalle liste dei “grandi romanzieri americani” perché considerato un autore di genere.

Basta però non accontentarsi della copertina dei suoi romanzi come Le Sirene di Titano (a breve ne vedremo la serie TV), Dio la benedica Mr Rosewater, Piano meccanico, Cronopattuglia o Madre Notte per capire che l’apporto di Vonnegut alla letteratura globale non è affatto di secondo livello.

Schembri riesce a sviscerare il profondo afflato civile e filosofico della riflessione vonnegutiana, invogliando alla lettura integrale. Vonnegut fu dapprima studente di chimica e in seguito di antropologia, per questo i suoi libri si interrogano sulla “chimica degli esseri umani”; sulle loro macro interazioni spesso disastrose e sul significato che queste possono avere nella storia.

Il libro contiene anche un distillato dei preziosi e anticonvenzionali consigli dell’autore ai suoi studenti: per esempio lo sconvolgente “inizia sempre dalla fine”.

Pascal Schembri (1944), siciliano di nascita e parigino d’adozione, è scrittore prolifico, biografo e saggista. Tra le sue opere più recenti: Un marziano in Italia. Vita di Ennio Flaiano (2010), Marilyn Monroe. Ritratto di un’icona (2011), Mario Monicelli. La morte e la commedia (2013), Marcello Mastroianni. Lo spessore della trasparenza (2016).

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 19 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO