Libri da leggere nell’estate 2017: “Il coniglio bianco” di Nino Treusch

smartphone-1957740_640.jpg

Jan ha trentasette anni, una moglie bella e intelligente, due figli di cui va fiero e la carriera apparentemente perfetta del dirigente strapagato. Ma quando, un po’ per noia e un po’ per ambizione, accetta l’offerta di lavoro di un colosso internazionale della telefonia mobile, non immagina di aver messo a repentaglio tutto ciò che gli è caro.

Quello dei cellulari è un settore in fortissima espansione, eppure il primo incarico di Jan prevede lo smantellamento della sede di Bangalore, la Silicon Valley indiana. Ben presto, Jan inizia a sospettare che nella sua azienda siano in molti ad avere qualcosa da nascondere. E a volerlo usare come semplice pedina in un gioco molto più grande e cattivo di lui.

coniglio-bianco.jpg Scritto da un vero insider, Nino Treusch, da anni top manager nel settore delle telecomunicazioni, Il coniglio bianco è un thriller ad alto tasso di adrenalina che ci mette di fronte a scomode verità. In grado di cambiare per sempre il nostro rapporto con lo smartphone, feticcio indiscusso dei tempi in cui viviamo.

Nato a Colonia nel 1966, Treusch ha trascorso parte dell’infanzia e l’adolescenza in Italia. Si è laureato in Marketing internazionale, ha lavorato in Borsa, quindi ha vissuto in Cina, a Shanghai. Nel 2002 si è trasferito a Monaco di Baviera per conto di un’importante multinazionale. Da allora ha sempre lavorato nel mondo della telefonia mobile, ricoprendo vari ruoli nel top management. Attualmente risiede negli Stati Uniti con la moglie e la figlia. Il coniglio bianco è il suo primo romanzo tradotto in Italia.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 1 voto.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO