Esame di maturità 2017: le ultime novità

Tutto quello che c’è da sapere sulla maturità 2017

Maturità 2015 - Ultime notizie

18 maggio 2017 - Con la nota n. 5358 del del 16 maggio il Miur ha risposto ai diversi quesiti relativi alla quarta prova scritta giunti al ministero. La quarta prova scritta, prevista per martedì 27 giugno potrebbe infatti coincidere con le operazioni relative ai ballottaggi dei comuni interessati dalle elezioni.

L’amministrazione ha chiarito che “l’articolo 14 dell’OM n.257 del 4 maggio 2017 deve intendersi nel senso che la quarta prova scritta ESABAC si svolgerà, sull’intero territorio nazionale, il giorno 28 giugno 2017”.

Faranno eccezione le sezioni ad opzione internazionale cinese, spagnola, tedesca nelle quali la prova verrà, invece, effettuata il giorno 27 giugno 2017.

Con la nota n. 5396 del 17 maggio 2017, invece, sono state fornite indicazioni in merito al trattamento dei dati personali degli studenti nel documento del 15 maggio: secondo le direttive del Miur e in seguito alla indicazioni fornite dal Garante per la protezione dei dati personali, i redattori del documento del 15 maggio devono evitare di inserire al suoi interno atti e documenti che attengano a situazioni personali dei singoli alunni.

11 maggio 2017 - Con l’ordinanza ministeriale n. 257 dello scorso 4 maggio, il Miur ha fornito le istruzioni organizzative e operative per lo svolgimento degli esami di Stato della scuola secondaria di II grado per l’anno scolastico 2016/2017.

Nell’ordinanza sono previste disposizioni particolari riguardo alla composizione e al funzionamento delle commissioni di esame delle scuole colpite dai sismi verificatisi nell’ultimo anno in Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria.

Parlando della scelta delle tracce della prima e della seconda prova, Francesco Branca, coordinatore della struttura tecnica degli Esami di Stato, ha dichiarato che le tracce scelte dal ministro Valeria Fedeli “sono belle e interessanti e coerenti con il percorso scolastico che avete svolto”.

Confermate le date delle quattro prove scritte: mercoledì 21 giugno la prova d’italiano, giovedì 22 giugno la seconda prova scritta, lunedì 26 la terza prova (il “quizzone”) e martedì 27 giugno la quarta prova nei licei e negli istituti tecnici coinvolti nel progetto sperimentale ESABAC e nei licei con sezioni ad opzione internazionale spagnola, tedesca e cinese.

Nell’ordinanza il Miur ha anche fornito alcuni dati statistici relative agli studenti che parteciperanno alla maturità 2017: “ad oggi sono 505.263 le studentesse e gli studenti iscritti all’Esame, fatti salvi gli esiti degli scrutini finali. Di questi oltre 488mila sono candidati interni. Più di 25mila sono le classi coinvolte nell’Esame, 12.675 le commissioni”.

4 maggio 2017 - Il Tototema impazza a meno di cinquanta giorni dall’esame di maturità. Delle possibili tracce su Luigi Pirandello – nel 150esimo anniversario della morte – vi avevamo già detto, secondo alcuni ci potrebbe essere un omaggio a Dario Fo, scomparso nell’ottobre dello scorso anno.

Il comunicato stampa dello scorso 27 aprile su Antonio Gramsci, nell’ottantesimo anniversario della scomparsa non è certo passato inosservato agli studenti che stanno cercando di capire su che cosa potranno scrivere il prossimo 21 giugno.

“Invitiamo le scuole a riflettere sulla sua figura e sulla sua opera che ha introdotto categorie di pensiero universali, utili per comprendere la complessità del presente che viviamo e le sue radici storiche”,

ha dichiarato il ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Valeria Fedeli.

Per molti questo invito così esplicito potrebbe essere un suggerimento su una delle possibili tracce del tema di maturità.

Intanto si avvicina la scadenza del 15 maggio, il giorno entro il quale il Consiglio di classe prepara il documento per la Commissione di maturità, nel quale vengono indicati i programmi svolti e i metodi didattici. Si tratta di un documento pubblico al quale dovrebbero accesso anche i maturandi.

25 aprile 2017 - Il Miur ha detto no alla possibilità di consultare i formulari scientifici durante la prova di matematica dell’esame di stato. Negli scorsi mesi era stata diffusa una petizione online finalizzata all’utilizzo di un libricino contenente le formule e i teoremi principali in modo da agevolare i maturandi. I sostenitori di questa concessione hanno sottolineato come i ragazzi degli altri indirizzi abbiano la possibilità di utilizzare i vocabolari: quelli di greco o di latino nelle prove scritte del classico per esempio.

Anche i deputati del Movimento 5 Stelle avevano chiesto quest’agevolazione con un’interrogazione parlamentare sottolineando la maggiore importanza dell’apprendimento procedurale rispetto a quello mnemonico:

“La prova di maturità dovrebbe valutare le capacità e le competenze che lo studente ha sviluppato nel corso dei suoi studi non le difficoltà a ricordare a memoria formule e procedure sistematiche”,

avevano scritto i politici in quell’occasione.

Il Miur si è opposto e, quindi, gli unici strumenti che gli studenti avranno a disposizione saranno una penna e una calcolatrice non programmabile.

Fra un mese si conosceranno i nomi dei commissari esterni della maturità. Noi di Booksblog continueremo a scandire il countdown con consigli su come prepararsi e novità sull’esame di stato. Continuate a seguirci!

8 aprile 2017 - A poco più di due mesi dall’inizio degli esami di maturità, la preparazione degli studenti si intensifica e noi di Booksblog vi forniremo, nelle prossime settimane, tutte le notizie necessarie per preparare al meglio questo appuntamento.

Le vacanze di Pasqua di questa settimana saranno l’ultimo momento di relax prima del tour de force che porterà gli studenti alla fatidica data del 21 giugno, giorno d’inizio delle prove scritte.

Dopo la prima prova di mercoledì 21 giugno e la seconda di giovedì 22 giugno, la terza prova di maturità si svolgerà lunedì 26 giugno.

Nelle prossime settimane gli studenti sono chiamati a un triplice impegno: recuperare eventuali insufficienze, preparare la tesina e studiare per le prove d’esame.

Sono già disponibili gli elenchi delle varie commissioni che possono essere ricercati sul motore di ricerca del Miur.

Bisognerà attendere fino a fine maggio o a inizio giugno per quanto riguarda i nomi dei commissari esterni. A quel punto, conoscendo su quali materie interrogheranno, si potrà preparare la propria strategia, in particolar modo per l’esame orale.

In aggiornamento.

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO