Esami di Maturità 2017: il tema

I consigli per la prima prova scritta dell'esame di maturità

Maturità 2014 prima prova tracce temi svolti diretta

Il tema di maturità è una delle prove “storiche” sin da quando l’esame di stato fu istituito da Giovanni Gentile nel lontano 1923. Gli studenti devono dimostrare di saper elaborare un testo in lingua italiana e questa è l’unica prova comune in tutta Italia, visto che la seconda prova scritta varia a seconda degli istituti.

Nella prova che si svolgerà mercoledì 21 giugno a partire dalle 8.30, i maturandi avranno la possibilità di scegliere fra quattro tipi di tracce: un’analisi del testo, un saggio breve o articolo di giornale, un tema storico e un tema di attualità.

Su Booksblog abbiamo già ipotizzato quali potrebbero essere i possibili argomenti. Un peso determinante sulle scelte del Miur è quello delle ricorrenze: il tototema che vi abbiamo proposto non cambierà da qui a giugno visto che le tracce vengono scelte all’inizio dell’anno.

Ecco, allora, cinque consigli per far bene il tema:
1) Non scegliere d’istinto, ma valutare con attenzione tutte le possibilità, in modo da optare per la traccia sulla quale siamo più preparati e che può valorizzare meglio le nostre capacità di scrittura.
2) Fare una scaletta, un sommario degli argomenti da sviluppare nel tema.
3) Pensare molto bene all’attacco del tema. Se funziona quello, chi vi valuta sarà già ben disposto nei vostri confronti e la vostra strada sarà in discesa.
4) Elaborare il testo cercando di rimanere aderenti alla traccia, ma mettere nel tema qualcosa di nostro, una visione propria delle cose.
5) Finire il tema con eleganza. Magari chiudendo il cerchio rispetto a quanto si è detto all’inizio.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 3 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO