HarperCollins, sotto il segno del thriller

Una donna in fuga, una spy story nel mondo del fondamentalismo islamico, l’ennesima indagine di Will Trent

HarperCollins punta forte sul thriller con tre storie che promettono forti emozioni ai lettori appassionati del genere. Tre storie molto diverse: una donna in fuga, una spy story che si addentra nel mondo del fondamentalismo islamico e l’ennesima indagine di Will Trent.

“24 Hours” di Claire Seeber


24-hours6.jpg

Laurie è una donna in fuga.

La sua migliore amica, Emily, è morta.

È rimasta uccisa in un incendio che ha devastato l’hotel in cui le due donne lavoravano. Laurie capisce ben presto che l’incendio è stato scatenato per ucciderla e che la morte di Emily è stata un errore.

Per Laurie inizia una corsa contro il tempo: quella per non farsi catturare da chi la vuole morta e quella per trovare Polly, sua figlia.

Un thriller psicologico dal ritmo incalzante che mantiene alta la tensione dalla prima all'ultima pagina.

“Scia di sangue” di Karin Slaughter


Quando il cadavere di un ex poliziotto viene trovato in un cantiere abbandonato di Atlanta, l'agente speciale Will Trent capisce subito che quello potrebbe essere il caso più rischioso di tutta la sua carriera. Una scia di impronte insanguinate rivela che c'era qualcun altro sulla scena del crimine, una donna, ferita, che ha lasciato quel luogo di morte ed è svanita nel nulla.

scia-di-sangue.jpg Non solo: quella donna appartiene al suo passato. L'indagine si fa ancora più delicata quando si scopre che il proprietario del cantiere è Marcus Rippy, uno dei personaggi più influenti e chiacchierati della città, una stella del basket con agganci politici e uno stuolo di avvocati pronti a difenderlo anche dalle accuse più infamanti.

Come quella di stupro, con cui Will ha tentato invano di incastrarlo qualche tempo prima. Quello che Will deve decifrare è un rompicapo pericoloso, perché ogni rivelazione potrebbe distruggere la sua carriera e le persone a cui tiene. Ma non ha scelta. E quando Sara Linton, il nuovo medico legale del Georgia Bureau of Investigation e sua compagna, gli spiega che la donna scomparsa ha solo poche ore di vita prima di morire dissanguata, sa cosa deve fare.
L'attesissimo ritorno della serie più popolare di Karin Slaughter, un thriller perfettamente bilanciato nelle sue componenti psicologiche e investigative, elettrizzante, complesso e senza respiro.

“La vedova nera” di Daniel Silva


Gabriel Allon, leggendaria spia e capace restauratore, sta per diventare il nuovo capo dell'intelligence israeliana, ma proprio alla vigilia della promozione un sanguinoso attentato dell'Isis nel cuore di Parigi richiede la sua presenza sul campo un'ultima volta: il governo francese è in difficoltà e ha chiesto il suo aiuto per eliminare il responsabile della strage prima che colpisca di nuovo.

vedova-nera.jpg Si tratta di un terrorista noto come il Saladino, così sfuggente che di lui non si conosce nemmeno la nazionalità. La sua rete di contatti è protetta da un sofisticato sistema di crittografia che gli permette di comunicare in assoluta segretezza, talmente così impenetrabile da non lasciare ad Allon altra scelta che infiltrare un agente in quella che è senza dubbio l'organizzazione più pericolosa che il mondo abbia mai conosciuto. Natalie Mizrahi, medico brillante e donna bellissima, dovrà fingere di essere una cellula dormiente dell'Isis, una bomba a orologeria pronta a esplodere... una vedova nera assetata di sangue.

La missione da portare a termine è delicata e pericolosissima, e la porterà dalle irrequiete banlieu parigine all'isola di Santorini e al mondo brutale del nuovo califfato, fino ad arrivare a Washington D.C., dove il Saladino sta organizzando un'apocalittica notte di terrore destinata a cambiare il corso della storia.

Thriller incalzante e di grande attualità, La vedova nera è un viaggio nel cuore della nuova oscurità che minaccia i nostri giorni.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 2 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO