Negli Stati Uniti è fuga dalle scuole: con l'homeschooling le lezioni si fanno a casa

In 15 anni raddoppiate le famiglie che scelgono l’homeschooling per i loro figli

A fronte di un sistema scolastico pubblico spesso carente e di un sistema privato dai costi elevati, molti statunitensi stanno scegliendo di educare i propri figli a casa. Come Emily, madre di quattro figli, che ha deciso di lasciare il lavoro per diventare insegnante dei suoi bambini, anche se questo ha significato rinunciare a un secondo stipendio da portare in famiglia:

“Il nostro sistema scolastico non è buono come quello degli altri paesi industrializzati siamo agli ultimi posti, quindi credo sia giusto valutare delle alternative”.

Sono circa 2 milioni gli studenti che seguono lezioni a casa negli Stati Uniti, il doppio di 15 anni fa. Nella maggior parte degli stati i genitori, per poter insegnare, devono avere il diploma di scuola superiore. Ma in meno della metà degli stati vengono fissati dei criteri e delle materie da seguire a casa. Emily, per esempio, ha scelto il francese e vuole che i figli condividano alcune lezioni con altri studenti. Ci sono, infatti, anche cooperative che offrono corsi di lingue straniere, chimica o scacchi ai ragazzi che imparano a casa.
Questo tipo di educazione "domestica" viene prediletta da molte famiglie conservatrici che vogliono dare ai figli una formazione religiosa. Ma di recente attrae anche genitori in cerca di metodi alternativi di apprendimento.

“Mi piace avere un'influenza su come i miei figli si approcciano alla storia - racconta Salima, che insegna a i suoi 4 figli - credo che nel nostro Paese si debba iniziare la storia parlando della tratta degli schiavi”.

La nuova segretaria all'Istruzione dell'amministrazione Trump, Betsy DeVos si è già espressa a favore dell'homeschooling, dando un’ulteriore spinta a una tendenza in forte crescita.

  • shares
  • Mail