“Lezione di italiano”, Francesco Sabatini

Un saggio divulgativo sulla lingua italiana firmato dal presidente onorario dell'Accademia della Crusca

Dopo i libri a difesa del greco antico e del latino arriverà ai piani alti delle classifiche di vendita anche Lezione di italiano di Francesco Sabatini? In un mercato editoriale sempre più caratterizzato da cicli e anticicli, dopo la fase dei libri su matematica/i e fisica/i sembra essere il momento delle opere che inquadrano le lingue della tradizione scolastica nazionale puntando al pubblico mainstream e non a quello di settore.

L'italiano è la grande lingua di cultura consegnataci dalla storia per nostro uso e consumo. E anche lo strumento cognitivo di cui si è dotato il nostro cervello, dalla nascita in poi, se ci siamo formati qui. Non si può più parlare di lingua ignorando come la natura, che ci ha portato a essere Homo sapiens, ha predisposto aree e funzioni del cervello che elaborano la grammatica.

Sì, la grammatica che si forma silenziosamente in noi entro i primi anni di vita nella sfera della lingua orale e che poi bisogna scoprire a scuola: per insegnare agli occhi quello che l'orecchio già sa! Cioè, per imparare a leggere e scrivere, e non solo a livelli di base.

sabatini.jpg“Leggere e interpretare testi di vario tipo; capire che cos'è, precisamente, una 'frase' e cioè incontrare faccia a faccia la grammatica; regolarsi nella varietà di 'stili' dell'italiano; fronteggiare l'azione dei media, che in vari modi spesso ci alienano dalla nostra lingua; liberarsi da alcune preoccupazioni eccessive nell'uso normalmente comunicativo di essa; distinguere tra errore e divergenza stilistica” sono alcuni degli argomenti toccati dal saggio di Sabatini, presidente onorario dell'Accademia della Crusca, conosciuto dal pubblico televisivo per la sua grande capacità divulgativa.

Lezione di italiano del linguista Francesco Sabatini è pubblicato nella collana Ingrandimenti di Mondadori.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 3 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO