Lingua italiana: quante parole esistono e quante ne usiamo?

dictionary-613912_640.jpg

Quante sono le parole della lingua italiana? Innanzitutto bisogna intenderci su che cosa si intenda per parole. I calcoli sulla consistenza del vocabolario italiano non possono che essere approssimativi, con differenze decisamente consistenti. Come spiega il sito Treccani si va dai 210mila lemmi del Grande dizionario della lingua italiana di Salvatore Battaglia ai 260mila del Grande dizionario italiano dell’uso di Tullio De Mauro, due opere che, nel corso degli anni, sono progressivamente aumentate con i neologismi.

I vari lessemi una volta declinati o coniugati danno la bellezza di più di due milioni di “parole dicibili e scrivibili” in italiano. Tutto questo tenendo conto che ci sono 50mila lessemi che hanno più di un’accezione (“porta” è sia sostantivo che verbo…), 27mila con più di due accezioni e ben 9000 lessemi con più di cinque accezioni.

Ma quante parole del lessico comune vengono realmente utilizzate dagli italiani? Secondo i più importanti linguisti italiani (fra cui Tullio De Mauro, scomparso di recente) individui con un’istruzione medio-alta utilizzano fino a 47mila vocaboli, mentre il Vocabolario di base della nostra lingua si attesta su 6.500 parole con le quali copriamo il 98% dei nostri discorsi.

Questo nucleo, secondo il sito Treccani, si può dividere in tre sottoinsiemi:

1) Lessico fondamentale: 2000 parole di uso frequentissimo, di cui abbiamo padronanza sin dall’infanzia e che vengono utilizzate nel 90% dei nostri discorsi;
2) Lessico di alto uso: più di 2500 parole meno frequenti, di apprendimento scolastico e presenti nel 6% dei nostri discorsi;
3) Lessico di alta disponibilità: circa 1900 vocaboli utilizzati nell’1-2% dei nostri discorsi e comprensibili da tutti.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 26 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO