Cent’anni senza Jack London

Il traduttore Davide Sapienza sceglie cinque libri di uno degli autori più amati della letteratura statunitense del Novecento. Al Teatro Miela di Trieste tre giornate di incontri e spettacoli per ricordarlo

Cento anni senza Jack London che morì appena quarantenne il 22 novembre 1916. Ma sono anche cento anni con Jack London, con tutto quello che ci ha lasciato nelle sue pagine scritte, spesso lungimiranti e preveggenti.

Troppo spesso (ed erroneamente) citato come autore per ragazzi, London scrisse per qualsiasi tipo di lettore e noi di Booksblog abbiamo chiesto al suo principale traduttore italiano, lo scrittore Davide Sapienza, di scegliere i suoi cinque libri preferiti.

Nella gallery d’apertura trovate la selezione di Sapienza con le motivazioni di un autore e traduttore che conosce profondamente quest’autore e che sarà protagonista di due degli eventi organizzati dal Teatro Instabile Miela di Trieste dal 22 al 24 novembre.

Si comincia proprio nel giorno del Centenario della scomparsa dello scrittore, martedì 22 novembre, con un aperitivo reading (alle ore 19) e con L’uomo venuto dal futuro (alle ore 21), una serata nella quale Davide Sapienza, Massimo Navone e gli attori del Pupkin guideranno gli spettatori alla scoperta dell’universo londoniano, quello di un uomo che un giorno disse a un lettore “preferisco vivere a scrivere”.

Tre gli appuntamenti di mercoledì 23 novembre: alle 17 alla Libreria Antico Caffè San Marco Davide Sapienza presenta l’edizione illustrata de Il richiamo della foresta con illustrazioni di Maurizio A. C. Quarello, alle 19 secondo aperitivo-reading e alle 21 Come il cane sono anch’io un animale socievole, spettacolo ispirato a La peste scarlatta e La forza dei Forti.

Giovedì 24 novembre alle 19 il terzo e ultimo aperitivo reading e alle 21 Il richiamo di Zanna Bianca, una performance letteraria e musicale di e con Davide Sapienza, Francesco Garolfi e Diego Bergamini che unirà Il richiamo della foresta (1903) a Zanna Bianca (1906).

Ad eccezione dell’evento del 23 novembre alla Libreria Antico Caffè San Marco, tutti gli appuntamenti si svolgeranno al Teatro Instabile Miela di Piazza Duca degli Abruzzi 3.

The popular American writer, Jack London (1876 - 1916) who was successively sailor, tramp and gold miner before he took to writing. His 'Call of the Wild' and 'White Fang' have become classics.   (Photo by Hulton Archive/Getty Images)

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 19 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO