"Fato e furia" di Lauren Groff

La storia a due facce di un amore indistruttibile, a detta di tutti...

10373778_10155401069605167_1768041760689499067_n.jpg

E’ tra i libri più attesi del 2016, considerato “un trionfo a mani basse” dal The Washington Post, addirittura consigliato da Barack Obama come miglior romanzo dell’anno. Stiamo parlando di “Fato e furia”, il romanzo di Lauren Groff, che arriva in Italia edito da Bompiano il prossimo 20 ottobre.

Con la traduzione di Tommaso Pincio, Fato e furia è stato finalista al National Book Award 2015 dall’autrice di un altro best seller, “I mostri di Templeton” molto apprezzato da Stephen King.
Protagonisa del romanzo è l’amore tra tra Lancelot, detto Lotto, e Mathilde, una coppia dal sentimento profondo e indissolubile. Un amore nato a una festa ai tempi dell'università, il colpo di fulmine e il matrimonio prima ancora di finire gli studi. Un amore forte, vero, sincero, per il quale tutti tifano a favore, ma l’inizio, si sa, è sempre bello, carico di dolci aspettative, futuro roseo e promesse. La coppia si trasferisce a New York con poche certezze tra le mani - lui sogna di diventare autore teatrale, lei sogna di fare la moglie ideale - ignari di andare incontro al disastro emotivo e psicologico…

Ventiquattro anni di matrimonio per una coppia perfetta, quella che vedono - o credono di vedere - tutti da fuori: ma basta cambiare punto di vista e la maschera cade. Il fato cala senza pietà; e Mathilde è la furia che libera un carico di rivelazioni.
Un romanzo che per lo stile si può leggere come una pièce teatrale, con il racconto alternato di lui e di lei, una tragedia animata da due personaggi folgoranti: perché ogni storia ha due facce, e la chiave di un matrimonio non è la verità, ma il segreto.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 3 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO