"La vegetariana", di Han Kang

Cosa succede quando in Corea una ragazza smette di voler mangiare carne? Non viene ben vista dalla società, a differenza di quanto invece succede in Occidente. E’ il succo – ridotto veramente all’osso, se si vuole fare un gioco di parole – del romanzo “La vegetariana”, della scrittrice coreana Han Kang.

Edito da Adelphi, il romanzo – già pubblicato in Europa e in Italia dal prossimo 13 ottobre – è vincitore del Man Booker International Prize, uno dei premi più prestigiosi della letteratura, assegnato ai libri tradotti in inglese.

Pubblicato già in Spagna, Francia, Olanda, Regno Unito, Polonia e Vietnam, il libro racconta la storia di una donna di nome Yeong-hye che dopo aver fatto uno strano sogno si rifiuta di mangiare, cucinare e servire carne. Un’abitudine davvero inusuale in Corea del Sud, in cui la carne viene praticamente mangiata dalla quasi totalità della popolazione, perciò la scelta di diventare vegetariani viene mal vista dalla società. Yeong-hye infatti incontrerà non poche difficoltà davanti alla sua scelta alimentare, tra cui il marito, che si oppone alla donna con una forma di sadismo sessuale estremo.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 9 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO