Un murales parigino fatto di libri

Scritto da: -

Il murales di libri della Rue Losserand

Nel bel mezzo dell’antica Rue Raymond Losserand, a due passi dalla moderna ombra della Tour Montparnasse, e sotto un tetto di romantici comignoli, c’è una curiosità tutta da lettori.

Si tratta di un murales a tema, con tanto di sedia verde attaccata, che si staglia sul lato sporgente di una palazzo, regalando l’illusione di una libreria in “formato gigante” che, a ben guardare i titoli, si rivela una vera e propria miniera di testi teatrali e altri fascinosi “ammassi di carta”. Dalla “Trappola per topi” di Agatha Christie, ai prospetti interessanti come il “Pronostico delle cose future” di Zenone, “L’Antologia dei grandi poeti misconosciuti” o l’improbabile ed ironico “Ricerche istologiche sui noccioli di pesca…” di Jeanpace Desmeyaurs.

Vari tomi appoggiati in verticale o di traverso, sugli scaffali disegnati e abitati da uno strano folletto dalla lunga barba bianca e il rosso cappello a punta. La sua testolina inquietante, dagli occhi leggermente malefici spunta tra una copertina rosa difficilmente identificabile, posta a due passi da un “certo Sigmund”, da un fantomatico “Progetto di costituzione per uno stato ideale istallato tra gli alberi”, dal Jean-Jacques Pauvert, celebre per esser stato uno dei primi a pubblicare le opere del Marchese De Sade, e da una grande gloria della nostra tradizione letteraria di nome Pirandello.

Il murales di libri della Rue LosserandIl murales di libri della Rue LosserandIl murales di libri della Rue LosserandIl murales di libri della Rue LosserandIl murales di libri della Rue Losserand

Via | Flickr

Vota l'articolo:
3.78 su 5.00 basato su 41 voti.