Generazione Harry Potter

Un interessante sondaggio di Salani evidenzia l’importanza della saga del maghetto nella creazione di una generazione di lettori forti

harry-potter-logo

Ancora cinque giorni e l’attesa sarà finita: Harry Potter e la maledizione dell’erede sarà in tutte le librerie, ottavo libro della saga portata in Italia da Salani nel 1998.

In questi diciotto anni, una generazione di giovani lettori è cresciuta seguendo le vicende del maghetto d Hogwarts e, nell’attesa della nuova uscita, Salani ha commissionato a Doxa un’indagine per comprendere come le storie di Harry Potter abbiano inciso sulle loro vite e come il mondo fantastico contenuto nei suoi libri continui a influenzare le loro vite. Due i campioni presi in esame: i giovani fra i 18 e i 30 anni e i bambini fra i 5 i 13 anni.

Fenomeno editoriale senza precedenti, dal 1998 a oggi la saga di Harry Potter ha venduto 11 milioni di copie nel nostro paese.

Il 73% del campione intervistato ha letto Harry Potter: il 43% è classificabile come lettore forte (ne ha letti più di 4), mentre il 30% dichiara di aver letto fra 1 e 3 libri. Il restante 27% non ne ha mai letto nessuno.

La maggior parte dei lettori forti dichiara di avere mantenuto un legame molto forte con la saga anche da adulto e riconosce nell’amicizia, nel coraggio, nel gioco di squadra e nella capacità di non arrendersi di fronte agli ostacoli i valori trasmessi dai libri letti.

Il 42% dei lettori forti dichiara che Harry Potter è stato da stimolo per la propria creatività, il 50% afferma che ha sviluppato la propria fantasia e il 34% ritiene che la saga sia stata d’aiuto nella propria crescita.

Il 46% dei lettori forti di Harry Potter e il 7% di quelli deboli affermano che le avventure del maghetto hanno trasmesso loro la passione per la lettura che si è mantenuta e consolidata in età adulta, con una media di 8 libri letti per i lettori forti della saga 4,7 per i lettori deboli.

Il sondaggio Doxa ha evidenziato come il lettore forte di Harry Potter sia un lettore adulto più aperto al nuovo e con gusti maggiormente eterogenei rispetto a chi ha letto pochi libri della saga o a chi non ne ha letti.

Ma c’è un dato interessante: la gamma degli interessi dei “potteriani” non si limita alla lettura ma ha come oggetto anche viaggi, cinema, arte, design, giardinaggio e cura degli animali.

I bambini coinvolti nel sondaggio hanno spiegato come le avventure di Harry Potter siano in grado di delineare temi, valori ed emozioni come amicizia, coraggio, paura, avventura, magia, fantasia, creando una precoce consapevolezza della lettura come divertimento.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 3 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO