Premio Strega 2016: i cinque finalisti

Sono stati resi noti alcuni minuti fa i nomi dei cinque finalisti del Premio Strega 2016 che il prossimo 8 luglio, all’Auditorium Parco della Musica di Roma, si giocheranno la settantesima edizione del più importante riconoscimento letterario d’Italia.

Ecco la classifica della prima votazione:
1) La scuola cattolica (Rizzoli) di Edoardo Albinati 202 voti
2) L’uomo del futuro (Mondadori) di Eraldo Affinati 160 voti
3) Se avessero (Garzanti) di Vittorio Sermonti 156 voti
4) Il cinghiale che uccise Liberty Valance (minimum fax) di Giordano Meacci 138 voti
5) La femmina nuda (La nave di Teseo) di Elena Stancanelli 102 voti

La cinquina dei finalisti è stata determinata dai 400 Amici della domenica, da 40 lettori forti selezionati da librerie indipendenti italiane associate all’ALI e 20 voti collettivi provenienti da scuole, università e Istituti Italiani di Cultura all’estero, per un totale di 460 aventi diritto.

Nella seconda votazione, in programma venerdì 8 luglio, gli aventi diritto al voto dovranno votare solamente un libro. Al termine dello scrutinio della seconda votazione verrà proclamato il vincitore, che riceverà un premio in denaro del valore di cinquemila euro offerto dalla società Strega Alberti Benevento.

Dove troverete un altro padre come il mio (Ponte alle Grazie) di Rossana Campo, Dalle rovine (Tunué) di Luciano Funetta, Le streghe di Lenzavacche (e/o) di Simona Lo Iacono, La reliquia di Costantinopoli (Neri Pozza) di Paolo Malaguti, L’addio (Giunti) di Antonio Moresco, Conforme alla gloria (Voland) di Demetrio Paolin, La figlia sbagliata (Frassinelli) di Raffaella Romagnolo sono i sette libri esclusi dalla cinquina finale che erano approdati alla prima votazione di oggi.

Chi vincerà? Anche alla luce del voto di oggi Edoardo Albinati resta il grande favorito con le 1294 pagine del suo La scuola cattolica, un’opera monumentale che ha conquistato i giurati della prima votazione.

Giordano Meacci è una delle grandi sorprese con Il cinghiale che uccise Liberty Valance e fa notizia anche Elena Stancanelli che con La femmina nuda porta in finale La Nave di Teseo, casa editrice che fino a quattro mesi fa non aveva ancora libri in catalogo.

Appuntamento all’8 luglio per sapere chi sarà il successore di Nicola Lagioia, lo scrittore che questa sera ha proclamato la cinquina dei finalisti.

  • shares
  • Mail