Maturità 2016, la seconda prova: tracce e soluzioni

La temuta prova scritta di una materia in particolare scelta dal Miur a seconda dell’istituto.

Tracce e soluzioni della seconda prova della Maturità 2016:

Liceo classico: greco
Liceo scientifico: matematica
Liceo linguistico: lingua straniera 1
Liceo delle scienze umane: scienze umane
Istituto tecnico Amministrazione Finanza e Marketing (ex Ragioneria): economia aziendale
Istituto tecnico Costruzioni ambiente e territorio (ex Geometri): progettazioni, costruzioni e impianti
Istituti tecnici e professionali: tracce e soluzioni

Notte prima degli esami: il Magazine di Blogo per affrontare al meglio gli esami di maturità

Dopo aver affrontato la prima prova, il 22 giugno, i maturandi d’Italia si troveranno ad affrontare, giovedì 23 giugno, quella che è la parte più temuta della Maturità 2016, ovvero la seconda prova.

In cosa consiste? In una prova scritta di una materia in particolare scelta dal Miur a seconda dell’istituto. Per la Maturità 2016 sono state selezionate le seguenti discipline:

Liceo classico: greco
Liceo scientifico: matematica
Liceo scientifico scienze applicate: matematica
Liceo linguistico: lingua straniera 1
Liceo delle scienze umane: scienze umane
Liceo scienze umane, opzione economico sociale: diritto ed economia politica
Liceo musicale: teoria analisi e composizione
Liceo coreutico: tecniche della danza

Istituto tecnico Amministrazione Finanza e Marketing: economia aziendale
Istituto tecnico turistico: Discipline turistiche e aziendali
Istituto tecnico meccanica meccatronica energia: meccanica macchine ed energia
Istituto tecnico trasporti e logistica: struttura, costruzione, sistemi e impianti del mezzo
Alberghiero: Scienza e cultura dell'alimentazione

Indirizzo Servizi commerciali: tecniche professionali dei servizi commerciali
Istituto professionale Produzioni industriali ed artigianali: Tecnica di produzione e di organizzazione

La seconda prova inizia alle ore 8:30; gli studenti hanno 4 ore di tempo per consegnare il loro scritto. Quest’anno ci saranno alcuni cambiamenti per alcune scuole: ad esempio, per il liceo linguistico non è più lo studente a scegliere in che lingua svolgere la seconda prova, come avveniva prima, ma ora è il Miur che stabilisce in anticipo su quale lingua straniera si baserà la traccia. Per quanto riguarda il liceo scientifico, invece, la prova è diventata meno teorica e più pratica, per dare la possibilità agli studenti di dimostrare le loro capacità di problem solving.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 2 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO