Natalia Ginzburg, a Torino Toni Servillo legge “Le piccole virtù”

Per il centenario della nascita di Natalia Ginzburg, un ciclo di letture a Torino

Per il centenario della nascita di Natalia Ginzburg, tanti sono gli appuntamenti culturali in cantiere per omaggiare una delle più grandi scrittrici italiane.

Tra le varie città c'è Torino, dove la scrittrice ha trascorso la sua infanzia e adolescenza. Qui mercoledì 4 maggio alle ore 21, nell’auditorium del Grattacielo Intesa Sanpaolo, verrà inaugurato un ciclo di letture dedicate alla scrittrice, dal titolo “Natalia Ginzburg (1916 – 2016), storia di una voce”, a cura di Giulia Cogoli.

Il primo ad omaggiare una delle figure di primo piano della letteratura italiana del Novecento sarà l’attore e regista Toni Servillo, che leggerà alcune pagine tratte da “Le piccole virtù”. Il reading sarà preceduto da un’introduzione di Domenico Scarpa, curatore delle opere di Natalia Ginzburg edite da Einaudi.

Le piccole virtù è una raccolta di testi autobiografici e saggistici, che ripercorrono la vita della grande scrittrice, i suoi modi di “sentire” fatti, cose, voci, scritta nel 1962.
L’ingresso al primo e ai successivi eventi è gratuito, ma è necessaria la prenotazione.

Questi i prossimi appuntamenti:

10 maggio, alle ore 21: Anna Bonaiuto legge alcune pagine da Lessico familiare (1963), il romanzo autobiografico con il quale la Ginzburg vinse il premio Strega e che ha avuto uno straordinario successo internazionale di critica e di pubblico;

18 maggio, alle ore 21: Lella Costa legge due delle undici commedie scritte fra il 1965 e il 1991, Ti ho sposato per allegria e La parrucca, testi teatrali solo apparentemente comici, che rivelano la multiforme curiosità intellettuale della scrittrice.

 

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail