"Un cigno selvatico", le favole dark di Michael Cunningham

Dieci celebri favole rivisitate in chiave oscura dallo scrittore de "Le Ore"

attends a premiere for 'Remember' during the 72nd Venice Film Festival at Sala Grande on September 10, 2015 in Venice, Italy.

Molti conoscono Michael Cunningham per il suo bestseller “The Hours”, “Le Ore”, romanzo da cui è stato tratto l’omonimo film e con il quale ha vinto il premio Pulitzer per la narrativa.

Dopo tanti romanzi, Cunningham torna con un nuovo libro, totalmente diverso. Si tratta di favole, ma non le solite storie che leggiamo sui libri per bambini. Questa volta, con “Un cigno selvatico” la tematica tetra, dark, noir con non pochi tratti horror fa di questo libro un testo poco adatto al piccolo pubblico di lettori.

I racconti si basano sulle antiche e celebri favole che tutti conosciamo, con i classici protagonisti, rivisti però in chiave oscura: così Hansel e Gretel, da timidi fratellini diventano due violenti teppisti, Raperonzolo è in crisi matrimoniale perché perde i capelli e altri personaggi diventano protagonisti di racconti a dir poco inquietanti.

Non potevano mancare le illustrazioni, inquietanti anch’esse, realizzate da Yuko Shimizu, che fanno del libro un testo ancora più dark. Dieci anti-favole che mettono in mostra il lato più perverso e oscuro dei protagonisti, dieci racconti estrapolati dalla tradizione che  Cunningham ha rielaborato in maniera del tutto originale, inserendo alcuni aspetti della realtà che noi tutti viviamo. I peggiori, ovviamente.

cunningham-kugh-u10701197807294brh-680x980lastampa-it_.jpg

 

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO