“Passeggeri notturni”, Gianrico Carofiglio

Passeggeri notturni di Gianrico Carofiglio è una raccolta di 33 racconti brevi, ognuno di appena tre pagine. Una sorta di almanacco di “soluzioni inattese, di rivelazioni ironiche, di folgoranti incidenti del pensiero. Una scommessa allegra e audace sullo straordinario potere dei personaggi, delle storie, della letteratura”.

Contrariamente a quanto si possa pensare, misurarsi con il racconto breve significa scommettere sulla potenzialità esplosiva di un’idea e riuscire a farla arrivare al pubblico in maniera diretta, senza divagazioni.

01-carofiglio.jpg Prendendo in esame i risultati di vendita della settimana che ha preceduto la Pasqua non si può che constatare come Carofiglio abbia centrato il suo obiettivo e per l’ex magistrato si tratta di una vera e propria vittoria vista la difficoltà che le raccolte di racconti fanno nell’imporsi all’attenzione dei lettori italiani e di chi segue da anni i suoi noir.

I racconti brevi di questa raccolta rappresentano un genere diverso e affiancano aneddoti, a brevi saggi e a racconti sorretti da un’idea fulminante. Si passa dal comico al drammatico, attraversando il dolceamaro.

Un mosaico di storie e di personaggi tenuto insieme da “una scrittura tersa quanto l'aria notturna, capace di svelare le verità celate nei dettagli dell'esistenza con una magistrale economia di parole”.

Via | Einaudi

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail