"Attraverso lo specchio", il libro da cui è tratto il sequel di Tim Burton

1865: Alice, the March Hare, the dormouse and the mad hatter at the latter's tea party. From, 'Alice in Wonderland' by Lewis Carroll. Alice In Wonderland - 1st Edition - pub. 1865 Illustration by J Tenniel (Photo by Rischgitz/Getty Images)

Esce il prossimo 25 maggioAlice attraverso lo specchio”, sequel del primo film di Tim Burton ispirato alle avventure di Alice, la protagonista dei racconti di Lewis Carroll.

Il nuovo viaggio nel Sottomondo è liberamente tratto da “Attraverso lo specchio” (o “Attraverso lo specchio e quel che Alice vi trovò”), romanzo sequel di Alice nel Paese delle Meraviglie, scritto da Carroll nel 1871 dopo il successo del primo.

Un romanzo fantastico, in cui la giovane Alice incontra tantissimi strambi personaggi; in questo sequel, a differenza del precedente dove si basava sul gioco di carte, qui il racconto si incentra sul tema degli scacchi, per i quali l'autore fornisce uno schema di gioco all'inizio del libro come trama da seguire. Anche qui sono tante le filastrocche, i poemetti e le canzoni, elementi che da sempre hanno reso difficile la traduzione dei libri di Carroll, anche per la sua passione per il nonsense che lo ha reso famoso al mondo.

“Attraverso lo specchio” prende il via il 4 novembre, esattamente sei mesi dopo il viaggio nel Paese delle Meraviglie, quando Alice incuriosita si chiede cosa ci sia dall’altra parte dello specchio che si trova in salotto. Una volta oltrepassato, iniziano le sue avventure con i personaggi della scacchiera e con molti altri, come Humpty Dumpty e i gemelli Tweedledum e Tweedledee .

1865: Alice with the Duchess, the baby, the cook and the cheshire cat. From 'Alice In Wonderland' by Lewis Carroll. (Photo by Rischgitz/Getty Images)

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 2 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO