L’effetto-Fazio sulle vendite dei libri

La trasmissione di Raitre si conferma come il più efficace strumento di promozione per l’editoria nazionale


Una ventina d’anni fa, all’epoca studente di Lettere, collaboravo, nel periodo del picco dello scolastico, con una grande libreria a gestione familiare. Ricordo che i titolari, forti di un’esperienza di decenni, vollero condividere con il loro giovane e timido aiutante uno dei segreti, anzi, il “segreto” per eccellenza di una libreria di successo. Quale? Non farsi mai mancare le copie degli ultimi libri degli autori che transitavano dal Maurizio Costanzo Show, il talk show condotto dall’omonimo giornalista che, in seconda serata, metteva sulle sedie del Teatro Parioli un panorama eterogeneo di personaggi, fra cui molti scrittori.

Se un autore, grande o mediocre che fosse, passava dal talk show di Maurizio Costanzo, potevi essere sicuro che il giorno dopo qualche potenziale lettore incuriosito dalla trasmissione della sera prima sarebbe venuto a chiedere di quello scrittore e dei suoi libri.

Da qualche anno il Maurizio Costanzo Show non c’è più (anche se nell’ultimo anno è stato proposto un revival della trasmissione a cadenza settimanale, con due cicli di quattro puntate), ma i lettori che cercano nei talk show i propri riferimenti non sono rimasti orfani.

Il ruolo che rivestiva nella divulgazione delle ultime uscite editoriali la trasmissione di Costanzo è ora prerogativa di Che tempo che fa e di Che fuori tempo che fa condotti da Fabio Fazio. La trasmissione, nata nel 2003 come approfondimento sul meteo, si è trasformata ben presto in un talk show vero e proprio e, nel corso dell’ultimo decennio, è diventata un punto di passaggio obbligato per gli scrittori italiani che vogliono entrare nella top ten dei libri più venduti.

Nell’ultimo decennio la trasmissione di Fabio Fazio è diventata l’unico spazio “mainstream” di televisione generalista a parlare di libri. Con lo stile che caratterizza il conduttore sin dagli anni di Quelli che il calcio, l’alto e il basso si alternano. Grandi scrittori internazionali come Günter Grass, Daniel Pennac, Abraham Yeoshua, John Grisham, Amos Oz, Emmanuel Carrère, Adonis si alternano a fenomeni editoriali made in Italy come Roberto Saviano, Giorgio Faletti, Andrea Camilleri, Paolo Giordano, Chiara Gamberale e Cristina Chiperi.

Inoltre, se per Luciana Littizzetto i successi editoriali sono stati precedenti ai duetti con Fabio Fazio, per il giornalista Massimo Gramellini il boom come scrittore è coinciso con il suo ruolo di ospite fisso nella trasmissione settimanale di Fabio Fazio.

Già nel 2013 l’Associazione Italia Editori aveva presentato al Salone Internazionale del Libro un interessante studio nel quale aveva parlato di “effetto-Fazio”. Nello studio venivano evidenziati i numerosi picchi di vendita successivi ai passaggi televisivi a Che tempo che fa.

Anche le top ten degli ultimi mesi confermano a pieno questo trend: Niccolò Ammaniti, Gianluigi Nuzzi, Fabio Volo e Chiara Gamberale, i mattatori della classifica dei libri più venduti negli ultimi quattro mesi, hanno tutti beneficiato del passaggio televisivo nel talk show di Raitre. L’unico che fa eccezione è Papa Francesco, il quale, evidentemente, può contare su qualcuno ancor più influente del presentatore savonese….

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 18 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO