Umberto Eco, il ricordo del Salone del Libro 2016

Tante le sue lezioni magistrali come quella d’apertura del ventennale o quella sulle costrizioni nella costruzione del romanzo nel 2011

Umberto Eco aveva un forte legame con il Salone Internazionale del Libro e quest’anno avrebbe dovuto esserci, nella giornata di apertura, per presentare il suo nuovo libro Pape Satan Aleppe che uscirà per la neonata Nave di Teseo a fine mese, in anticipo sul programma.

Ma la manifestazione torinese non poteva non omaggiare uno dei suoi protagonisti più assidui e con un comunicato diffuso nel tardo pomeriggio ha fatto sapere che dedicherà la giornata di giovedì 12 maggio 2016 a ricordarne la poliedrica figura di scrittore e studioso.

"Con Umberto Eco la cultura mondiale, non solo quella italiana, perde uno dei suoi protagonisti più originali e apprezzati",

dicono Giovanna Milella ed Ernesto Ferrero, Presidente e Direttore del Salone Internazionale del Libro di Torino.

“Restano memorabili le sue numerose apparizioni al Salone, fra cui la lectio magistralis tenuta nel 2007 per inaugurare la ventesima edizione della kermesse libraria torinese. Proprio nella stessa giornata di giovedì 12 maggio 2016, il Salone gli dedicherà un ricordo speciale attraverso testimonianze e letture”

si legge nella nota diffusa dall'ufficio stampa dell'evento.

Anche nel 2011 Umberto Eco tenne una lectio magistralis sulle costrizioni nel romanzo, proposta da Booksblog alcuni mesi fa, con consigli davvero utili per chiunque ambisca a diventare scrittore.

Via | Salone del Libro

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 7 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO