È morta Harper Lee, autrice de "Il buio oltre la siepe"

La scrittrice, premio Pulitzer nel 1961, è scomparsa a 89 anni

La scrittrice americana Nelle Harper Lee, autrice de Il buio oltre la siepe, è morta quest’oggi all’età di 89 anni. Nel 1961 vinse il Premio Pulitzer per quello che per più di cinquant’anni è stato il suo unico libro.

Dal libro, considerato uno dei più importanti romanzi statunitensi del Novecento, fu tratto un film con Gregory Peck nel ruolo del protagonista Atticus Finch.

Nata a Monroeville (Alabama) il 28 aprile 1926, Lee era stata colpita da un ictus nel 2007, ma dopo si era ripresa.

Lo scorso anno, dopo un silenzio durato oltre mezzo secolo era uscito Va’, metti una sentinella, un sequel del suo romanzo più famoso. La donna viveva in una casa di riposo e in molti, all’uscita della sua seconda opera letteraria, sostenevano che tornare in libreria non fosse stata una sua decisione.

Harper Lee: la vita e le opere


Amica di Truman Capote sin dall’infanzia, Harper Lee sviluppa sin dalla giovinezza un interesse per la letteratura di lingua inglese. Trasferitasi a Tuscaloosa, frequenta la University of Alabama e partecipa a un’associazione femminile universitaria. Durante gli studi di Legge dirige una rivista umoristica, Rammer Jammer. Nel 1948 si trasferisce a Oxford in Inghilterra. Abbandonati gli studi di Legge, a 23 anni si trasferisce a New York per tentare la strada della scrittura.

Nella Grande Mela si riunisce al vecchio amico Truman Capote. Nel 1956 conosce Michael Martin Brown e sua moglie Joy che, compiendo un gesto di mecenatismo, le offrono il denaro sufficiente a dedicarsi per un anno alla scrittura a tempo pieno. In quello stesso periodo la introducono in una casa editrice. Nel 1960 pubblica Il buio oltre la siepe (To Kill a Mockingbird) che vince il Premio Pulitzer e diventa un film consacrato da tre premi Oscar (fra cui quello a Gregory Peck come miglior attore).

In quello stesso periodo fondamentale fu il suo apporto nella pre-produzione di A sangue freddo di Truman Capote, da anni considerato come un modello di non fiction. Al libro firmato dal suo amico la scrittrice dette un grande contributo sia con le proprie interviste che con i propri appunti.

Si dice che negli anni Sessanta la scrittrice abbia lavorato a un altro romanzo che non fu però pubblicato. Dopo aver fatto parte del Consiglio Nazionale delle Arti, negli anni Settanta e Ottanta si ritirò dalla vita pubblica. Per molti anni si è dedicata a un altro romanzo mai pubblicato, Il reverendo. Il 5 novembre 2007 è stata premiata dal presidente George W. Bush con la Medaglia presidenziale della libertà.

Il 14 luglio 2015 è uscito il suo secondo libro, Va’ metti una sentinella. Sequel de Il buio oltre la siepe, secondo quanto riferito dalla scrittrice sarebbe stato scritto prima del suo capolavoro unanimemente riconosciuto.

L’uscita del suo secondo romanzo, come spesso accade in questi casi, ha fatto da traino a un revival del suo primo libro: in molti paesi Il buio oltre la siepe è tornato ai primi posti delle classifiche di vendita.

Secondo Goodreads, il più importante social network al mondo dedicato ai libri, Il buio oltre alla siepe è il miglior libro del secolo scorso. Il romanzo di Harper Lee precede 1984 di George Orwell e Il Signore degli Anelli di J. R. R. Tolkien.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 85 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO