Masha e Orso, la fiaba russa che ha ispirato la serie tv

Sapevate che Masha e Orso non erano affatto amici, anzi?

masha-and-the-bear.jpg

Masha e Orso, la serie animata di origine russa che dal 2011 tiene incollati migliaia di bambini davanti la tv, ha delle origini antiche, che attingono direttamente dal calderone di racconti popolari russi.
La bambina dai capelli biondi e il suo fedele compagno di avventure sono frutto dei racconti di Aleksandr Puškin, tra i più grandi scrittori e drammaturghi russi, autore di incantevoli fiabe illustrate da Ivan Bilibin, tra i più grandi artisti russi di inizio Novecento.

masha-e-orso-e-altre-fiabe-russe-104411.jpg
La fiaba di Masha e Orso ha dei tratti differenti dall'originale: intanto nel libro Masha ha dei nonni, con i quali vive in un piccolo villaggio vicino al bosco; Orso, poi non ha quel carattere docile e paziente come in tv e il racconto non è edulcorato, ma presenta quelle caratteristiche"crude" che le fiabe moderne non hanno più. Purtroppo.
Nella storia originale, la piccola Masha si reca nel bosco a raccogliere bacche e funghi; qui si imbatte nella casa di Orso che, vedendola davanti la sua porta, la prende in casa dicendole che sarebbe rimasta con lui per sempre ad occuparsi delle faccende domestiche, altrimenti l'avrebbe mangiata:

"Ah – disse, – ora non ti lascio più andare via! Mi accenderai la stufa, mi cucinerai il cibo e mi apparecchierai la tavola. Masha si rattristò, si disperò, ma non c’era niente da fare. Prese a vivere nella casa dell’orso. L’orso se ne andava per tutta la giornata nel bosco e a Masha ordinava di non uscire di casa. Anche se provi ad andartene – dice, – ti acchiappo comunque e, in tal caso, ti mangio!"

La piccola, però, dopo giorni trascorsi in prigionia, escogita un piano per fuggire. Come? Convincendo Orso a portare dei dolcetti ai suoi nonni, Masha si nasconde nel cestino,  riuscendo così a tornare a casa.
Nessuna traccia di amicizia, anzi: la fiaba di Puškin è stata però rivisitata e riadattata, facendo nascere tra la bambina e l'animale un profondo legame.

Di Puškin troviamo anche queste splendide fiabe:
- Zar Nikita e le sue quaranta figlie
- Il fidanzato
- Fiaba del pope e del suo bracciante
- Fiaba dello zar di Saltan
- Fiaba del pescatore e del pesciolino
- Fiaba della zarevna morta e dei sette bogatyri
- Fiaba del galletto d'oro

ivan_bilibin_060.jpeg

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 634 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO