Libro personalizzato per bambini: "Dov'è finito il mio nome?"

Si inserisce il nome del lettore e l'algoritmo elabora la storia in base alle lettere del nome immesso

3-deluxe.jpg

Può un semplice libro per bambini vendere in poco tempo un milione di copie in tutto il mondo pur non essendo un best seller? Sì, se questo libro Si chiama "Lost my Name" - in Italia "Dov'è finito il mio nome?" - un libro per bambini che ha una bellissima caratteristica, la stessa che ha permesso di diventare famoso: è personalizzabile.

Lost my name è frutto di una start up inglese nata nel 2012 con lo scopo di creare libri illustrati che avessero la particolarità di poter essere personalizzati dal proprio lettore. Così hanno aperto un sito internet dove ogni cliente può acquistare la propria copia inviando i dati - come il nome del bambino o della bambina - del suo piccolo lettore. Poi sta tutto nella magia dell'algoritmo che scombinerà le carte e gli elementi di trame, creando una nuova, personalissima storia. L'algoritmo infatti, sviluppato dai programmatori di Lost in My Name, elabora la storia in base alle lettere del nome immesso.

L'incipit è lo stesso per tutti: narra la storia di un bambino che ha perso il proprio nome così per ritrovarlo inizia un viaggio dove incontrerà tanti personaggi che gli donano le lettere per ricomporlo.
Un'idea semplice, ma di successo, al punto che Lost my Name è venduto online in 162 paesi del mondo. Talmente di successo che Google ci ha subito messo gli occhi sopra, investendo nel progetto di questa start up molti soldi e dichiarando che i fondatori sono riusciti a bilanciare perfettamente l’approccio creativo, quello finanziario e quello tecnologico e aggiungendo che “questo è il modo perfetto per costruire una piattaforma editoriale moderna”. Moderna perchè, rispetto alle altre case editoriali, Lost in My Name non ha giacenze di magazzino e l'incasso è immediato.
Adesso i piccoli lettori sono in attesa di "The Incredible Intergalactic Journey Home" - in italiano arriverà nella seconda metà del 2016 – dove il protagonista-lettore si trova in un viaggio spaziale e dovrà ritornare a casa, dove la casa è proprio l'indirizzo dell'abitazione del lettore stesso.

popopo.jpeg

  • shares
  • +1
  • Mail