La Nave di Teseo: la versione di Marina Berlusconi sulla "fuga" dalla Bompiani

Marina Berlusconi, the President of Italian publishing group Mondadori, gestures at the end of the groups annual general meeting at its headquarter in Milan, 26 April 2006.  (Photo credit should read PACO SERINELLI/AFP/Getty Images)

Giovedì 26 novembre 2015 -A pochi giorni dall’annuncio della nascita di una nuova casa editrice, La Nave di Teseo, con i transfughi della Bompiani, è arrivata la replica piccata della presidente di Mondadori, Marina Berlusconi.

Berlusconi ha pubblicato su Il Foglio una lettera aperta nella quale spiega quali sono stati i passaggi che hanno portato alla rottura e al progetto della Nave di Teseo.

Fra Elisabetta Sgarbi e Marina Berlusconi c’è stato un incontro cordiale: la presidente di Mondadori Rcs ha rassicurato quella di Bompiani che, secondo la versione pubblicata sul Foglio, avrebbe in realtà chiesto di acquistare la Bompiani “unica mossa, a suo dire, che avrebbe potuto tutelare per davvero la casa editrice”.

Ovviamente Marina Berlusconi si è opposta alla vendita e nella sua lettera aperta ha sottolineato

una differenza di vedute tra noi che corrisponde anche a una profonda ed evidente differenza di ruoli. Rifiutare una proposta del genere significa non capire? Secondo me significa mantenersi coerenti con un progetto imprenditoriale ed editoriale nel quale credo fermamente e che mi pare qualche buon frutto lo abbia dato. È un progetto che ha sempre considerato valori intangibili l’autonomia e l’identità delle case editrici, valori che anche per Bompiani troveranno non solo una adeguata tutela ma una valorizzazione nella federazione di realtà e voci diverse che intendiamo far nascere con l’operazione Mondadori-Rcs libri.


Rivolgendosi a Elisabetta Sgarbi, Marina Berlusconi replica all’accusa di non avere compreso le ragioni del distacco:

Perché non vorrei sembrarle presuntuosa, caro direttore, ma capire la differenza tra un libro e un detersivo non è cosa poi così complicata, perfino io ci sono arrivata. Detto questo, però, un editore non può permettersi di trascurare gli equilibri economici, e certo non può farlo una grande casa editrice come la Mondadori, con centinaia di autori, dipendenti, collaboratori, librerie.


Marina Berlusconi sottolinea l’autonomia degli autori del gruppo e conclude con una “confessione”:

essere considerata incompatibile con chi mostra una tale arroganza e un tale disprezzo verso le opinioni e le posizioni altrui non mi dispiace affatto.

La Nave di Teseo: la nuova casa editrice guidata da Elisabetta Sgarbi

Martedì 24 novembre - La storica casa editrice Bompiani è stata inglobata dal colosso Mondadori-Rizzoli e ora molti degli scrittori che avevano lanciato un appello contro questa mossa monopolizzante hanno deciso di fare le valigie e “salpare” su La nave di Teseo, una nuova casa editrice che inizierà la propria attività nel maggio 2016 e che vedrà fra i soci fondatori Umberto Eco, Sandro Veronesi, Furio Colombo e Edoardo Nesi. Con loro un gruppo di imprenditori tra cui Guido Maria Brera e gli editori Jean Claude e Nicky Fasquelle.

Tra gli stranieri che hanno dato la loro adesione all’iniziativa ci sono anche gli stranieri Tahar Ben Jelloun, Michael Cunningham e Hanif Kureishi e gli italiani Pietrangelo Buttafuoco, Mauro Covacich, Nuccio Ordine, Lidia Ravera e Vittorio Sgarbi, fratello di Elisabetta Sgarbi che sarà direttore generale ed editoriale della società, che si avvarrà dei servizi commerciali e promozionali di Pde (gruppo Feltrinelli) e della distribuzione del Gruppo Messaggerie.

Prima che avvenisse il maxi-accorpamento Roberto Calasso si era ricomprato la “sua” Adelphi di cui è ora proprietario al 71%, ora sono gli stessi scrittori a chiedere autonomia. E in testa c’è proprio Umberto Eco che con Bompiani i suoi 7 romanzi, 3 libri per l’infanzia e ben 46 scritti saggistici. A 83 anni lo scrittore alessandrino riparte con una nuova avventura: “Perché il progetto è l'unica alternativa alla Settimana Enigmistica, il vero rimedio contro l'Alzheimer”.

Via | Il Fatto Quotidiano

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: