Libri “gender”, a Torino l’ennesima querelle sulla teoria che non c’è

Su Facebook Forza Nuova Torino invita i militanti a partecipare a una serie di letture alla Libreria Il Gatto Immaginario

books-home

Sabato 14 novembre, alle ore 11.30 la Libreria Il Gatto Immaginario di Torino ospiterà

“Tutta un’altra storia. Letture per bambini sul tema delle differenze”, una mattina di letture per bambini e la presentazione di uno spettacolo patrocinato da Regione Piemonte, Città Metropolitana di Torino, Città di Torino.

Punto.

Nel senso che la storia dovrebbe finire qui. Con una breve, con una segnalazione negli appuntamenti cittadini. Se, però, lo spazio di una breve è troppo limitativo, la responsabilità è dell’estesa nube di aria fritta che da qualche anno sta circondando la parola “gender”. Che questa fantomatica teoria sia diventata – come i marò e la nostalgia cronica per i treni in orario – una delle bandiere del centrodestra, ne abbiamo avuta conferma sul palco bolognese di #Liberiamoci, quando una delegazione di anti-gender è stata chiamata a difendere i valori della famiglia “tradizionale”, quella con mamma, papà e figlio/i.

E così è bastato che venisse annunciata una lettura per bambini sul tema delle differenze per far squillare l’allarme nell’estrema destra torinese. A completare il pastrocchio ci si è messa la lettura “distratta” dell’annuncio della manifestazione che ha messo insieme la lettura della Libreria Il Gatto Immaginario, evento autoprodotto e autofinanziato, con la presentazione dello spettacolo del Tangram Teatro, Un passato infinito, finanziato (anche) dal Comune di Torino e dalla Regione Piemonte.

Il risultato? Ieri sera Forza Nuova Torino con l’invito a partecipare alla manifestazione:

Mentre tutti i partiti, di sinistra, centro e destra sono, con diverse sfumature, a favore dell'introduzione di privilegi legislativi per gli omosessuali, Forza Nuova vuol dare battaglia contro quella che non è altro che un'ideologia senza nessun riscontro scientifico.
Il gender nasce dagli esperimenti del dott. Money, sessuologo che asseriva che l'identità sessuale non è altro che un dato culturale, slegato dalla morfologia umana. Le ricerche e gli esperimenti di questo signore, sponsorizzatidall' eliteamericana (fondazione rockefeller, fondazione playboy, ecc...) a suon di milioni di dollari e pubblicità mediatiche, hanno rovinato la vita a centinaia di poveri pazienti, e in alcuni casi portato al suicidio persone che non sapevano più letteralmente cosa erano: uomini, donne, o chissà cos'altro.
Oggi le stesse forze del potere globale statunitense, attraverso Onu, Unesco, ecc..ecc... stanno imponendo questo snaturamento antiscientifico della persona umana in modo imponente; Forza Nuova ritiene molto grave che il Comune e la Regione, ente in bancarotta che si appresta a una raffica di aumenti di tasse e tagli dei servizi, diano il patrocinio a spettacoli ideologici senza alcun fondamento scientifico rivolti ai bambini; che poi anche il mondo dell'antagonismo sociale vada a braccetto con la fondazione Rockefeller...beh la cosa non ci stupisce.
Pertanto confermiamo la nostra presenza non per impedire l'evento, ma per partecipare a un civile e costruttivo dibattito.

FORZA NUOVA SABATO A TORINO A TUTTO CAMPOOre 11,30 PARTECIPAZIONE ALLA PRESENTAZIONE DEL LIBRO DI IDEOLOGIA...

Posted by Forza Nuova Torino on Mercoledì 11 novembre 2015

By-passando la coordinata e la congiunzione “e”, Forza Nuova Torino sostiene che il Comune e La Regione finanzino letture gender per bambini.

Flavia Bruschi non si scompone, noi di Booksblog la contattiamo telefonicamente e ci conferma che Comune e Regione non c’entrano nulla con le sue letture che sono soltanto un modo per parlare di differenze, coerentemente con lo spirito della libreria, come spiega la stessa libraia su Facebook:

Purtroppo nei giorni scorsi l'estrema destra ha deciso di scagliarsi contro questa iniziativa. A quanto abbiamo capito la protesta consisterebbe in un presidio non autorizzato di fronte alla libreria con l’obiettivo di scoraggiare le famiglie interessate a partecipare all’evento e mettere nei fatti a rischio l'ordine pubblico della strada.
Il Gatto Immaginario da più di 5 anni promuove la cultura della libertà, della diversità, dell'accoglienza e dell'inclusione, e l’obiettivo dell’evento di sabato è proprio affrontare la tematica della diversità in tutte le sue sfaccettature, compresa quella delle differenze di genere e di orientamento. Ben altra cosa rispetto alla teoria del gender, che tra l’altro non esiste.
Avremmo potuto farci intimidire e fare un passo indietro e invece no: abbiamo deciso di andare avanti perché quando si parla di libri si parla di libertà di pensiero e con la libertà di pensiero non si scherza.
Altro da dire non c’è.
Altro da fare invece sì.
Sabato 14 novembre dalle 11.30 venite in libreria a leggere insieme a noi, portate con voi famiglia, amici e colleghi, per sostenere insieme a noi la libertà d’espressione e del libero pensiero.
La libreria è grande e c’è spazio per tutti.
Ora più che mai Il Gatto Immaginario vi aspetta.
‪#‎iostocolgattoimmaginario‬

Questo sabato alle 11.30 Il Gatto Immaginario ospita "Tutta un'altra storia. Letture per bambini sul tema delle...

Posted by Libreria il gatto immaginario on Giovedì 12 novembre 2015

Punto.

  • shares
  • Mail