Via Crucis di Gianlugi Nuzzi, il libro-inchiesta sul Vaticano

A sei anni dal successo di Vaticano S.p.a., Nuzzi torna con un nuovo saggio edito da Chiarelettere

Per il Vaticano è un uno-due difficile da digerire. Nel giro di una settimana, infatti, escono ben due libri-inchiesta sulla Santa Sede e sulle spese folli delle alte gerarchie ecclesiastiche. Ieri noi di Booksblog vi abbiamo parlato di Avarizia di Emiliano Fittipaldi, oggi tocca a Via Crucis di Gianluigi Nuzzi che aveva già affrontato l’argomento sei anni fa con Vaticano S.p.a.

Il conduttore di Segreti e delitti spiega come vi sia una “totale assenza di trasparenza nei bilanci della Santa Sede”.

Che fine fanno i soldi che arrivano in Vaticano?

“In sintesi su 10 euro che, stiamo parlando del 2013-2014, entrano in Vaticano per la beneficenza del Santo Padre sei finiscono a sanare i conti in rosso della curia, due vengono accantonati in un fondo che giace sui conti che ormai ammonta a 400 milioni quasi di euro e solo 2 euro di questi iniziali 10 sono nella disponibilità del papa per fare la beneficenza prevista dall'obolo di san Pietro”.

Nuzzi ricorda come il Papa viva in un appartamento di 50 mq, una scelta in controtendenza rispetto alle alte gerarchi ecclesiastiche. Dalle analisi compiute sul patrimonio immobiliare della Chiesa emerge che

“se lo stesso fosse ben gestito, come una qualsiasi società di real estate, il patrimonio offrirebbe 4 volte tanto quello che oggi assicura come reddito dalle locazioni”.

Via Crucis: gli investimenti in armamenti del Vaticano


Nelle 314 pagine del suo libro Nuzzi pubblica le trascrizioni di alcune registrazioni audio di Papa Bergoglio in riunioni riservate e altri documenti inediti provenienti dalla Commissione referente di studio e di indirizzo sull’organizzazione delle strutture economico-amministrative della Santa Sede, l’organismo creato dopo l’elezione dell’attuale pontefice del quale facevano parte facevano parte monsignor Lucio Angel Vallejo Balda e Francesca Chaouqui arrestati lunedì scorso.

Nuzzi racconta di un incontro, il 3 luglio 2013, fra Papa Bergoglio e i cardinali della Curia. Un confronto nel quale il pontefice, eletto da meno di quattro mesi, avrebbe segnalato la perdita di 10 milioni di euro a causa di un investimento sbagliato.

Il Papa ha anche ricordato di essere stato informato – quando era ancora in Argentina – di investimenti in cui una quota del 60% era riservata alla fabbricazione delle armi.

Nella conferenza stampa di presentazione del libro Lorenzo Fazio, direttore editoriale di Chiarelettere, ha precisato come il nuovo lavoro di Nuzzi sia un “contributo alla chiarezza”, un testo rivolto ai moltissimi fedeli, ma anche ai non fedeli che abbiano

“interesse a sapere di più sul Vaticano e a capire cosa sta succedendo perché molti hanno affidato la loro fede e anche i loro denari alla Chiesa e vogliono sapere che cosa avviene della loro fede e dei loro denari in questa situazione”.

Ora non resta che vedere come andrà la sfida fra Nuzzi e Fittipaldi in libreria e, naturalmente, assistere alle conseguenze che i due libri avranno sugli equilibri del Vaticano e sul difficile cammino riformista intrapreso da Papa Bergoglio.
nuzzi_viacrucis.jpg

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 52 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO