Trigger mortis, il nuovo romanzo di 007 scritto con materiale di Fleming

Ian Fleming (1908-1964)

James Bond è tornato, anche se non ancora in Italia e al momento sulla carta. E' uscito infatti "Trigger mortis", nuovo romanzo con l'agente segreto protagonista.  A scrivere l’ultimo capitolo della saga di 007 è lo scrittore Anthony Horowitz, partito esattamente dove si era interrotto "Goldfinger" dello stesso Ian Fleming.

La storia è ambientata nel 1957, in piena Guerra Fredda e con i sovietici al culmine della corsa allo spazio. Nella trama la Bond Girl Pussy Galore è in pericolo e bisogna salvarla.

Horowitz è noto per la sua serie di spy story, tra cui la serie della giovane spia Alex Rider; è il creatore e lo scrittore della serie televisiva Foyle's War e anche di due romanzi autorizzati di Sherlock Holmes.
La novità di questo romanzo  è che Trigger Mortis è stato scritto utilizzando del materiale inedito dell'autore di James Bond: circa 500 parole del nuovo 007 sono infatti originali di Ian Fleming. Parole che sono servite al nuovo autore come rampa di lancio per tuffarsi in questa nuova, straordinaria avventura.

Book dealer Jon Gilbert poses with a full collection of first edition copies of Ian Fleming's James Bond books during the Chelsea Antiquarian Book Fair in London on November 2, 2012. AFP PHOTO / BEN STANSALL (Photo credit should read BEN STANSALL/AFP/Getty Images)

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 2 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO