In estate preferiamo leggere più libri cartacei, dice un sondaggio

L'estate è il momento migliore per leggere: ma cosa leggiamo? E quando?

D’estate spuntano come funghi risultati di sondaggi e studi sugli argomenti più vari: probabilmente considerato il periodo d’evasione è più probabile che una “notizia strana” faccia più presa sulle persone. Anche il mondo dei libri e della lettura è contagiato da questa tendenza e, in particolare, si analizza come si legge d’estate, cosa si legge, quando e perché. Si dice che in estate si legga di più: sì, ma come? C’è uno studio anche per questo, naturalmente. A fare il sondaggio è stato Opodo che ha stilato l’identikit del lettore europeo.

Sembra che in estate si preferisca leggere più cartaceo che digitale: il 75% degli europei, infatti, in estate opta per il libro di carta invece che per gli eBook.

E quanto spendiamo in media per i libri in estate? Tra i 10 e i 30 euro. Il 28% degli intervistati compra i libri per l’estate online (a questo dato va aggiunto un 12% che specifica di comprare eBook per Kindle), il 27% nella loro libreria di fiducia, il 16% al supermercato, il 9% all’aeroporto o in altri luoghi di partenza come le stazioni e il 7% prende i libri in prestito da familiari e amici.

Il luogo preferito per leggere i libri estive è la spiaggia: ben il 46% sono lettori e lettrici da ombrellone, mentre il 30% legge in hotel, il 16% in aereo o treno, 5% al bar e 3% a casa.

Come scegliere cosa leggere in estate? Il 36% dei lettori europei si fida dei consigli online, il 26% chiede suggerimenti ad amici e familiari, il 22% segue quello che dicono le critiche sui giornali e sulle riviste, il 10% si fida del proprio libraio di fiducia e il 6% si lascia guidare nella scelta dai commenti letti sui social network. Da questo dato nasce una considerazione (soprattutto per gli uffici stampa delle case editrici): ben il 42% dei lettori sceglie le proprie letture in base a quanto trova online, eppure spesso blog, siti letterari e social network vengono snobbati perché si valuta molto più importante un trafiletto sulla carta stampata che non una recensione ben fatta su un blog. Fa riflettere.

Infine, leggere in estate si fa per molte ragioni, anche se la principale è rilassarsi (il 43% degli intervistati legge per questo motivo); il 35% legge per compiere un viaggio in un mondo inventato, il 12% per avere informazioni su un paese o un luogo, il 7% per imparare qualcosa grazie a storie autobiografiche e il 2% per trovare inspirazione per le prossime vacanze (e magari non vivono quella presente!)

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 47 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO