#49libri49giorni, la maratona di lettura con i libri proibiti a Venezia

gettyimages-81291214.jpg

Alla fine del Cinquecento la Chiesa cattolica creò la lista dei libri proibiti (Index librorum prohibitorum), un elenco di libri considerati eretici. Una proibizione che colpì in pochi, visto l'alto tasso di analfabetismo che c'era allora.

La censura è un triste fenomeno che si ripete, specie durante periodi con regimi dittatoriali e che impedisce la diffusione libera della cultura e del sapere. Quando questa proibizione però arriva dall'Italia, nel 2015, e colpisce i bambini, allora la situazione dovrebbe iniziare a preoccupare.

La storia del neosindaco di Venezia che ha stilato una lista di libri proibiti, acquistati dalla giunta precedente all'interno del progetto "Leggere senza gli stereotipi", fatti sparire da biblioteche delle scuole elementari perchè parlano di "gender, o di genitore 1 e genitore 2", come ha dichiarato lui stesso, è purtroppo ormai nota.
Ben 49 titoli delle migliori case editrici per ragazzi sono finiti nella lista nera, tra cui capolavori come "Piccolo blu e piccolo giallo" di Leo Lionni, la storia di due colori così diversi ma così amici che finisce con una bella mescolanza per creare il verde.

Contro questa lista di proscrizione si sono mobilitati in tanti, dai cittadini agli editori, all'Associazione Italiana Scrittori per l'Infanzia, con iniziative spontanee, petizioni e altro. Tra queste c'è #49libri49giorni, iniziativa che prevede la lettura in tutta Italia dei 49 libri messi all’indice in 49 giorni, uno al giorno, per conoscerli e tutelarli dalla censura.
Un'iniziativa a cui stanno aderendo in tanti con letture in spiaggia, in libreria, con le famiglie; un'idea nata dai commenti della pagina Facebook “Liberiamo i libri per bambini”, sulla quale vedere l'appuntamento organizzato più vicino. A Mestre, ad esempio, il 15 luglio il Baby Bazar invita i bambini per la lettura di “A caccia dell’orso”, vincitore del Premio Andersen nel 2013. Martedì 21 luglio alla libreria Svoltastorie di Bari ci sarà una “edizione straordianria di Gigilegge, con i “Consigli di lettura dal Comune di Venezia”, insieme a Rosy Paparella, Garante dei Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza della Regione Puglia.

gettyimages-98678002.jpg

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail