Festa d'estate, di Remco Campert

Un romanzo, quello di Remco Campert, fresco come la spensieratezza della gioventù e che è un'ottima lettura estiva

Remco Carpet, Festa d'estate

Veramente un bel romanzo quello di Remco Campert dal titolo Festa d'estate e pubblicato da Elliot. Il libro non è recente – la prima volta è stato pubblicato in Olanda nel 1961 – ma dell'attualità ha tutta la freschezza. Avevamo già apprezzato l'autore per il suo delizioso Diario di un gatto e ora con questo racconto che occupa la durata di un'intera giornata riesce a strapparci sorrisi e riflessioni.

La storia racconta una giornata di tre ragazzi olandesi che vivono seguendo i loro desideri e le loro fantasie.

Al di là della trama, credo che l'aspetto più interessante di tutto il romanzo sia come Remco Campert forgi la lingua, costringendo il lettore a soffermarsi sulle parole che, trasformate anche graficamente.

Naturalmente tra la lingua di partenza (l'olandese) e quella di arrivo (l'italiano) ci sono differenze notevoli e per questo un plauso va al traduttore David Santoro che è riuscito a rispettare pienamente l'intento dell'autore.

Per non rimanere nel vago, ecco alcuni esempi di questa mutazione linguistica:

“La vita è deeeliziosa” disse Panda

“Ciovvoglia di un ghacciolo

“Adesso dirai anche che la realtà è più fantastica di un roman-zoo”.


E via dicendo. Come chiosa il traduttore questo cambiare le parole fa sì che l'occhio di chi legge si soffermi un po' più a lungo sulle singole frasi e permette, in un certo senso, di prolungare la giornata di festa che è, in fin dei conti, il cuore di tutta la narrazione di questo romanzo.

Remco Campert
Festa d'estate
traduzione di David Santoro
Elliot, 2012
ISBN 978-88-6192-273-0
pp. 128, euro 13,50
disponibile anche in eBook

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 3 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO