Libri scomparsi nel nulla… ed altri che scompariranno presto di Simone Berni

di Nunzio Festa
Un libro che fa bene ai libri. Un volume che aiuta i libri. Il lavoro puntuale di Simone Berni, Libri scompari nel nulla… ed altri che scompariranno presto, edito per i tipi di una piccola e promettente casa editrice maceratese, è un’opera che rende giustizia alla miriade di pubblicazioni cancellate dalla faccia dello spettacolo, dalla facciata dell’editoria, dalle vetrine insomma, e di certo non solo da lì. Perché, è vero proprio: “a volte i libri scompaiono. Titoli anche recenti e di generale diffusione, a una distanza ragionevole dalla loro uscita, spariscono misteriosamente. Non se ne trova più traccia, neppure dai remainders e nei mercatini dell’usato. Il loro status li penalizza. Troppo recenti per interessare le librerie antiquarie, non abbastanza per essere ancora disponibili presso le librerie moderne.
Ma quali libri scompaiono?” Questo il vero punto della faccendaccia. Muoiono, allora, “soprattutto biografie non autorizzate su personaggi illustri. Nomi della politica, dell’economia, ma anche della cultura e dello spettacolo. Perfino dello sport.
Libri-inchiesta che millantano ‘incredibili retroscena’, ‘rivelazioni esplosive’, ‘segreti inconfessabili’ di personaggi famosi”. E come? La tesi, argomentata va specificato senza ombra di dubbio, di Berni, cioè la ricerca minuziosa che un autore che di questa materia certamente se ne intende, è molto semplice. “Oggigiorno la censura – dimostra questo autore - si applica in maniera più sottile. Non si accatastano più libri sconci sulla pubblica piazza dando loro fuoco tra il tripudio generale. Si preferisce agire alla radice del problema. E lo si fa ricattando gli editori, perseguitando gli autori, minacciando le stesse librerie. Oppure, perché no!, impedendo la distribuzione e la circolazione dell’opera, se proprio non si è riusciti a bloccarne la stampa. Il motto è ‘prevenire per non dover curare’”. Alla fine, e possiamo dire il contrario fino in fondo? “Solo gruppi editoriali forti e determinati, oppure piccoli editori senza paura, riescono ad opporsi a questo stato di cose. E non senza conseguenze”. Mentre i libri scomodi periscono.
Lo scopo dell’opera di Simone Berni è quello di andare a ridare vita. Ai libri, certo. Rendere, dunque, omaggio alla loro vera – verissima – Esistenza. Senza pensare troppo al contenuto, anche. Il volume parte dal sig. Silvio Berlusconi, ovvero dai tantissimi testi scritti “su” di lui, per passare a tante altre star. Che poi sono le star, quindi tutti i Berlusconi che, come poteri forti, sono gli attori della ricerca nei meandri dell’editoria, nelle viscere delle tantissime pubblicazioni. E in fondo al mare, al fondale tocca l’epurazione, l’eclissi di testi e testi. Questo libro è fatto per ridare voce e pure, per così dire, corpo – immagine ai libri fatti divenire introvabili.

Libri scomparsi nel nulla… ed altri che scompariranno presto
di Simone Berni
prefazione di Olviero Diliberto
con uno scritto di Massimo Gatta
Edizioni Simple (Macerata, 2007)
pag. 262, euro 16.00.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 1 voto.  
  • shares
  • +1
  • Mail