Charlie Hebdo, Michel Houellebecq sospende la promozione di Sottomissione

L'attentato di matrice terroristica al settimanale satirico francese coincide con la pubblicazione del romanzo di Michel Houellebecq, "Sottomissione"

Michel Houellebecq ha deciso di "sospendere la promozione" del suo libro "Sottomissione" perché

"profondamente turbato dalla morte del suo amico Bernard Maris, ucciso nell'attacco terrorista al settimanale Charlie Hebdo, nel quale sono state uccise altre undici persone"

Lo ha annunciato il suo agente Francois Samuelson, secondo quanto riportato dai media francesi.Lo scrittore, che è sotto scorta, lascerà Parigi, come ha precisato il suo editore Flammarion.

Charlie Hebdo e libro di Michel Houellebecq

7 gennaio 2015

L'attentato terroristico alla redazione di "Charlie Hebdo", il settimanale satirico attaccato da un commando armato stamattina, coincide con due pubblicazioni. La prima è la copertina del settimanale stesso, che aveva proprio oggi come protagonista Michel Houellebecq, lo scrittore francese che nel suo ultimo romanzo "Sottomissione", immagina una Francia governata nel 2022 dai Fratelli Musulmani e lancia un allarme sulla progressiva islamizzazione del Paese.

La seconda è proprio la pubblicazione di "Sottomissione", che è in uscita oggi nelle librerie francesi. Charlie Hebdo riportava oggi la caricatura dello scrittore travestito da mago, il cui titolo era "Le previsioni del mago Houellebecq" con lo scrittore francese che dice "Nel 2015 perdo i miei denti" e poi "Nel 2022 faccio il Ramadan".

Sottomissione è un romanzo fantapolitico che ipotizza una Francia futura nelle mani dell'integralismo islamico. Un Paese in cui un leader musulmano impone l'islamizzazione forzata a tutti  gli abitanti. Circa 300 pagine con una tiratura di 150mila copie diffuse illegalmente già prima della pubblicazione ufficiale, suscitando non poche polemiche tra l'opinione pubblica francese, che si è divisa commentando il titolo come "sublime" o "irresponsabile".

Intervistato dalla radio France-Inter, Houellebecq ha minimizzato lo scandalo, ritenendo che non è sia quello il vero senso del libro e che "la parte del romanzo che fa paura  è piuttosto precedente all'arrivo dei musulmani al potere. (...) Si può dire che quello è terrificante, questo regime". "Nel mio libro -continua - l'Islam non è per nulla radicale, al contrario, è una delle religioni più pacifiche che si possano immaginare. Non penso che il mio libro dipinga un Islam minaccioso".

Sottomissione uscirà in Italia il prossimo 15 gennaio.

A person holds up the latest issue of the French satirical newspaper Charlie Hebdo in Paris on January 7, 2015, after gunmen armed with Kalashnikovs and a rocket-launcher opened fire in the offices of the weekly in Paris, killing at least 11. AFP PHOTO / BERTRAND GUAY

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail