Consigli di lettura per Giornata mondiale contro l’AIDS 2014

Essere informati e formati è il primo passo per la prevenzione contro l'HIV/AIDS. Ecco quattro suggerimenti di lettura che possono essere utili.

Si celebra oggi la Giornata mondiale contro l’AIDS per non abbassare mai la guardia su questa malattia. Questa giornata risale al 1988 e affonda le sue origini nel summit mondiale dei ministri della sanità. Nel corso degli anni la Giornata si è sempre più diffusa permettendo sempre a più persone di essere informate.

Informazione, formazione e presa di coscienza sono alla base di questa giornata. Negli anni scorsi c’era molta più attenzione all’HIV/AIDS con campagne mirate – anche se non sempre ben realizzate, ma questo è un altro discorso – e iniziative varie volte a far sì che non ci si infettasse. Ultimamente l’AIDS sembra passata in secondo piano e capita che ci sia poca informazione in merito e che si prenda sottogamba la questione. È bene sempre informarsi e sapere come evitare il contagio.

Anche in questo campo i libri e la letteratura possono esserci di aiuto. Ecco, pertanto, quattro suggerimenti di lettura da poter tener presenti in questa Giornata mondiale contro l’AIDS.

Senza vergogna. Una storia di coraggio contro l'AIDS


Giornata mondiale contro l’AIDS

È un testo un po’ datato – siamo nel 1998 – ma è una storia vera che credo valga la pena leggere. È un libro che ho amato molto.

In Senza vergogna. Una storia di coraggio contro l'AIDS, Ursula Barzaghi Rütter racconta la sua storia che scopre la sieropositività del figlio e con lui affronta la paura, la sofferenza, la lotta contro la malattia conclamata e la fine. Il racconto commovente di una battaglia durissima, combattuta con coraggio e ottimismo.

Una famiglia felice sconvolta da un giorno all'altro dall'Aids, e dall'indifferenza, dalla vergogna, dall'isolamento, dalla certezza dell'esito tragico. Madre e figlio, tuttavia, riescono, con il loro amore e la forza, a vincere la paura dei familiari, l'ostilità dei vicini, l'indifferenza del mondo, trasformando una tragedia in una storia di solidarietà e di amore.

Ursula Barzaghi Rütter
Senza vergogna. Una storia di coraggio contro l'AIDS
TEA, 1998
pp 127, euro 7,50

AIDS Sutra


Giornata mondiale contro l’AIDS

Anche questo non è un testo recente, ma vale la pena di leggerlo. Diciassette grandi scrittori tra cui un premio Nobel uniti contro una delle maggiori piaghe del nostro tempo, l'Aids. Una piaga che colpisce con particolare vigore il paese d'origine di questi autori, l'India, ormai secondo, per numero di contagi, solo al Sudafrica. Una piaga davanti alla quale non si possono chiudere gli occhi.

Ecco allora un'antologia di reportage, interviste e racconti che narrano le storie dei malati di Aids di ogni parte dell'India: dalle "donne del tempio" raccontate da William Dalrymple alle lavoratrici del sesso più ricercate, che vivono lungo la costa dell'Andhra Pra-desh, poste al centro del testo di Kiran Desai, o ancora i trans che popolano le pagine di Salman Rushdie, ma anche casalinghe, poliziotti, camionisti... un'umanità complessa e variegata che offre uno sguardo inedito su una realtà nascosta e sconvolgente.

Gli autori presenti in quest’antologia sono i seguenti: Amit Chaudhuri, Neghar Akhavi, William Dalrymple, Shobhaa Dé, Salman Rushdie, Sunil Gangopadhyay, Nalini Jones, Mukul Kesavan, C. S. Lakshmi, Nikita Lalwani, Amartya Sen, Vikram Seth, Aman Sethi, Siddharth Dhanvant Shanghvi, Jaspreet Singh.

AIDS Sutra
Mondadori 2010
pp 347, euro 10

AIDS. Le storie, i personaggi, i film


Giornata mondiale contro l’AIDS

In questo saggio Matteo Pieracci parla dell’AIDS come viene rappresentato in film, spettacoli teatrali, documentari e pubblicità televisive. È una sorta di tributo a quanti hanno raccontato, attraverso il cinema e il teatro, il calvario di una malattia che nel corso degli anni si è rivelata una delle epidemia più sconvolgenti e gravi che l’umanità abbia mai conosciuto.

L’AIDS, lo sappiamo bene, non ha risparmiato nessuno: personaggi famosi e non, eterosessuali e omosessuali, donne e uomini.

Parlare di cinema e AIDS non è facile, sia perché è complesso trattare in maniera lucida e senza retorica un argomento come questo, sia perché reperire film e libri è un’impresa ardua, anche per il più appassionato cinefilo. La difficoltà nel reperire materiale cinematografico consiste nel fatto che la maggioranza dei lavori cinematografici riguardanti il tema sono considerati B movies (termine dispregiativo in uso fra gli appassionati) oppure fanno parte di quel cinema indipendente che risulta quasi introvabile nei circuiti ufficiali di vendita e di noleggio. Matteo Pieracci colma, così, un vuoto con questo saggio.

Matteo Pieracci
AIDS. Le storie, i personaggi, i film
Falsopiano, 2012
pp 180, euro 19

Vivere la sieropositività. I giovani, la comunità, l'AIDS


Giornata mondiale contro l’AIDS

Se la domanda "Chi sono io?" è centrale in adolescenza, per i giovani sieropositivi tale domanda diventa una sfida ancora più impegnativa. Non è difficile intuire come questa condizione ponga una serie di difficoltà rispetto all'autodefinizione, agli aspetti relazionali e sociali, e in termini di capacità di rappresentarsi nel futuro. Stigma e segreti rischiano di diventare i tratti caratterizzanti la vita di questi ragazzi minando alla base la possibilità di vivere relazioni autentiche e soddisfacenti. Ancora più che nelle "abituali e difficili" relazioni quotidiane, i ragazzi sieropositivi avvertono il fisiologico bisogno di ambiti, protetti ma non etichettanti, in cui essere sé stessi dando forma alla relazione in un contesto di fiducia.

Il testo raccoglie la lettura interpretativa delle storie di vita di venti giovani HIV positivi, da parte di vari professionisti (medici, psicologi, sessuologi, antropologi ecc.) affrontando un tema inedito e colmando, così, un vuoto nella letteratura.

I diritti d'autore del libro sono devoluti all'Associazione Arcobaleno Aids Onlus.

Vivere la sieropositività. I giovani, la comunità, l'AIDS
Liguori, 2013
pp XII-156, euro 16,99

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 10 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO