Maturità 2012: Eugenio Montale, Ammazzare il tempo

Scritto da: -

Ammazzare il tempo di Eugenio Montale, tratto da Auto da fè. Cronache in due tempi, saggio del 1966 è la prova di analisi del testo per i maturandi 2012.

Montale non è una novità agli esami di maturità: nel 2004 (ministro Moratti) era stata la volta Casa sul mare tratto da Ossi di seppia, mentre nel 2008 gli studenti si trovarono alle prese con la poesia Ripenso il tuo sorriso (con tanto di gaffe ministeriali che avevano interpretato la composizione come dedicata a una donna mentre era stato un ballerino russo, Boris Kniasef, a ispirare Montale)

Niente Pascoli, anche se più di qualcuno se l’aspettava visto l’anno centenario della morte. A seguire il testo proposto ai maturandi (grazie ai costanti aggiornamenti di Scuolazoo).

Eugenio Montale, Ammazzare il tempo (da Auto da fé. Cronache in due tempi, Il Saggiatore, Milano 1966)

Il problema più grave del nostro tempo non è tra quelli che si vedono denunziati a caratteri di scatola nelle prime pagine dei giornali; e non ha nulla in comune, per esempio, col futuro status di Berlino o con l’eventualità di una guerra atomica di struggitrice di una metà del mondo. Problemi simili sono d’ordine storico e prima o poi giungono a una soluzione, sia pure con risultati spaventosi. Nessuna guerra impedirà all’umanità futura di vantare ulteriori magnifiche sorti nel quadro di una sempre più perfetta ed ecumenica civiltà industriale. Un mondo semidistrutto, che risorgesse domani dalle ceneri, in pochi decenni assumerebbe un volto non troppo diverso dal nostro mondo d’oggi. Anzi, oggi è lo spirito di conservazione che rallenta il progresso. Qualora non ci fosse più nulla da conservare il progresso tecnico si farebbe molto più veloce. Anche l’uccisione su larga scala di uomini e di cose può rappresentare, a lunga scadenza, un buon investimento del capitale umano. Fin qui si resta nella storia. Ma c’è un’uccisione, quella del tempo, che non sembra possa dare frutto. Ammazzare il tempo è il problema sempre più preoccupante che si presenta all’uomo d’oggi e di domani.

Non penso all’automazione, che ridurrà sempre più le ore dedicate al lavoro. Può darsi che quando la settimana lavorativa sarà scesa da cinque a quattro o atre si finisca per dare il bando alle macchine attualmente impiegate per sostituire l’uomo. Può darsi che allora si inventino nuovi tipi di lavoro inutile per non lasciare sul lastrico milioni o miliardi di disoccupati; ma si tratterà pur sempre di un lavoro che lascerà ampio margine di ore libere, di ore in cui non si potrà eludere lo spettro del tempo.

Perché si lavora? Certo per produrre cose e servizi utili alla società umana, ma anche, e soprattutto, per accrescere i bisogni dell’uomo, cioè per ridurre al minimo le ore in cui è più facile che si presenti a noi questo odiato fantasma del tempo. Accrescendo i bisogni inutili, si tiene l’uomo occupato anche quando egli suppone di essere libero. “Passare il tempo” dinanzi al video o assistendo a una partita di calcio non è veramente un ozio, è uno svago, ossia un modo di divagare dal pericoloso mostro, di allontanarsene. Ammazzare il tempo non si può senza riempirlo di occupazioni che colmino quel vuoto. E poiché pochi sono gli uomini capaci di guardare con fermo ciglio in quel vuoto, ecco la necessità di fare qualcosa, anche se questo qualcosa serve appena ad anestetizzare la vaga apprensione che quel vuoto si ripresenti in noi.

Vota l'articolo:
3.99 su 5.00 basato su 97 voti.  
 
Aggiorna
  • nickname Commento numero 1 su Maturità 2012: Eugenio Montale, Ammazzare il tempo

    Posted by:

    "ammazzare il tempo non si può senza riempirlo di occupazioni ....." Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 2 su Maturità 2012: Eugenio Montale, Ammazzare il tempo

    Posted by:

    è stato forse frainteso il significato idiomatico del saggio di Montale.... Ammazzare il tempo significa riempirlo di occupazione, sfruttarlo al meglio per renderlo costruttivo e profiquo per l'uomo.... non tutti ci riescono, dice Montale Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 3 su Maturità 2012: Eugenio Montale, Ammazzare il tempo

    Posted by:

    si cerca di ammazzare il tempo forse per fuggire da quel senso di vuoto che è dentro di noi, ci si droga di cose inutili e si perde invece l' essenziale non riesciundo così a dare un senso alla nostra vita... Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 4 su Maturità 2012: Eugenio Montale, Ammazzare il tempo

    Posted by:

    Scritto il Date —

 

© 2004-2014 Blogo.it, alcuni diritti riservati sotto licenza Creative Commons.
Per informazioni pubblicitarie e progetti speciali su Blogo.it contattare la concessionaria esclusiva Populis Engage.

Booksblog.it fa parte del Canale Blogo Lifestyle ed è un supplemento alla testata Blogo.it registrata presso il Tribunale di Milano n. 487/06, P. IVA 04699900967.