Astrid Lindgren, la mamma di Pippi Calzelunghe

Personaggio anticonformista per i suoi tempi: una bambina che viveva sola con un cavallo e una scimmietta, senza bisogno di andare a scuola per capire cos'è la vita

Una bambina graziosa e bizarra che vive da sola in una grande villa in compagnia di un cavallo e una scimmietta. Avete capito di chi stiamo parlando? Di Pippi Calzelunghe personaggio nato dalla penna della scrittrice svedese Astrid Lindgren.

Nata a Vimmerby nel 1907, Astrid Anna Emilia Ericsson in Lindgren è stata una delle più famose scrittrici e autrici di libri per bambini, fama conquistata soprattutto grazie alle avventure di "Pippilotta Viktualia Rullgardina Succiamenta Efraisilla Calzelunghe" (in svedese "Pippilotta Viktualia Rullgardina Krusmynta Efraimsdotter Långstrump"), meglio conosciuta come Pippi Calzelunghe.

Tradotta in oltre cento paesi al mondo, dall'arabo allo zulu, Pippi Calzelunghe nasce per allietare le serate di Karin, figlia della Lindgren, malata di polmonite. Una sera Karin le chiese la storia di Pippi Calzelunghe, un nome che si era inventata al momento: vista la stranezza del nome, la Lindgren decise che anche la storia della bambina dovesse essere fuori dal comune. Da lì iniziò a scrivere storie su questa strana bambina, storie che vennero pubblicate nel 1945; da allora scrisse tante altre storie sulla bambina e i suoi amici, ma anche più di 115 altri racconti, inclusi gialli, racconti di avventura, fantasy e lavori per la televisione svedese e il cinema.

Dopo la sua morte, avvenuta nel 2002, il governo svedese ha istituito un premio letterario per la letteratura infantile e per ragazzi dedicato alla scrittrice. Il premio ha un valore di 5 milioni di corone svedesi (circa 540.000 euro), attualmente il premio di maggior valore per questo tipo di arte.

Thurn and Taxis Castle Festival - Pippi Langstrumpf

Dal romanzo Pippi Calzelunghe è stata creata anche una serie televisiva - in Italia andò in onda nel 1970 - con le avventure di questa bambina dai capelli rossi e dalla forza sovraumana e dei suoi amici, due bambini "normali", Tommy e Annika.
Un personaggio davvero insolito per i tempi in cui venne creata, sicuramente anticonformista: sfido a trovare, in quel periodo, un personaggio letterario di sesso femminile che vivesse in completa autonomia e che non aveva bisogno di scuola per imparare cos'è la vita.

 

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 7 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO