"Bus323-viaggio di sola andata", di Emis Killa

Esce oggi, 5 novembre l'autobiografia di Emiliano Giambelli, in arte Emis Killa

Esce oggi, 5 novembre, in libreria "Bus323-viaggio di sola andata", del rapper italiano Emis Killa.

Pubblicato da Rizzoli, il libro prende il titolo dall'autobus che portava Emilano Giambelli, in arte Emis Killa, da Vimercate a Milano, alla scoperta della metropoli e dell'hip hop, che l'ha affascinato sin da piccolo.
Un racconto autobiografico del rapper 25enne, tra centri sociali e cavalcavia di cemento nella provincia milanese, in cui Killa rivive le sue esperienze, dai furti alle pasticche, fino al successo e la popolarità.

10672240_799286503425410_6996385622066258558_n

Successo che inizia a 16 anni, con la vittoria a 16 anni a "Tecniche Perfette", il contest più importante del freestyle italiano, che lo porta a firmare il suo primo contratto discografico con l'etichetta indipendente Blocco Recordz. Così Emilietto, lo zarro di provincia, diventa Emis Killa e il sogno non sembra più cosi lontano.

"Bus 323" è un viaggio nell'underground. Dalle basi pompate dall'autoradio in un parchetto di Desio al palco dell'Alcatraz a Milano, dal fare mattina aspettando la prima corsa della metro ai dischi di platino. Un libro sul talento, che "non si divide tra chi ce l'ha e chi non ce l'ha, ma tra chi l'ha scoperto e chi non ha ancora capito cosa vuole fare nella vita. Io sono la prova che la vita non devi prenderla come viene, te la fai come vuoi", è la risposta del rapper a chi lo insulta utilizzando i social o ai concerti, accusandolo di fare musica che "fa cagare". "Io mi arrabbio perché sono uno di cuore, nel bene e nel male".

10669284_820903434597050_2699639664327465157_o

Credits | Facebook-Emis Killa Official Fanpage

 

 

  • shares
  • Mail