Urania di novembre: Heinlein, Herbert e il vincitore del Premio Urania, Glauco De Bona

In uscita per Urania di novembre 2014, Pandora e altri mondi, di Frank Herbert e Bill Ransom, Cuori strappati, di Glauco De Bona, vincitore del Premio Urania, A noi vivi, di Robert A. Heinlein

A novembre, Urania porta in edicola tre libri: per la collana madre, il romanzo vincitore del Premio Urania 2013, Cuori strappati, di Glauco De Bona; per Urania Millemondi, Pandora e altre storie, di Frank Herbert e Bill Ransom; per Urania Collezione, A noi vivi, di Robert A. Heinlein.

Il volume Urania Millemondi Autunno, Pandora e altri mondi, raccoglie due dei quattro romanzi del Ciclo di Pandora (Pandora Sequence). Il primo è stato scritto da Frank Herbert (1920-1986), il padre di Dune, il secondo è nato da una collaborazione tra Herbert e il poeta (candidato al Premio Pulitzer) e scrittore sci-fi Bill Ransom (1945), che ha contribuito anche alla realizzazione degli ultimi due volumi e di un racconto del ciclo.

Il primo romanzo è Destination: Void, apparso a puntate nel 1965 sulla rivista Galaxy e convertito in libro l'anno successivo (tradotto da noi per la prima volta nel 1994 come Progetto coscienza, Fanucci). Il secondo è The Jesus Incident, apparso sempre in forma seriale, ma su Analog, nel 1979 e pubblicato come libro nello stesso anno (importato in Italia per la prima volta nel 1993 come Salto nel vuoto, Urania 1221).

Nei romanzi si parla di intelligenza bio-artificiale e coscienza, di gigantesche navi stellari (le Navi del Vuoto), di viaggi nello spazio, di nuovi pianeti, di coloni ibernati, di nuove nascite, di nuovi membri dell'equipaggio, di cloni, di manipolazione dello spazio-tempo.

Questa la sinossi ufficiale del "volume doppio", Pandora e altri mondi, in uscita il 5 novembre: Progetto Coscienza (Destination Void, 1966). Le ricerche per sviluppare l'intelligenza artificiale si svolgono sulla Luna, dove le condizioni sembrano più sicure. Qui viene allestita la prima astronave interstellare guidata da un OMC (Organic Mental Core, Centro di controllo organico) che sarà popolata da cloni e diretta verso un pianeta della stella Tau Ceti. Questo, almeno, stando alle versioni ufficiali... Salto nel vuoto (The Jesus Incident, 1979). Il Progetto è ormai realtà. Per portare a termine quest'impresa gigantesca sono state progettate astronavi così complesse che possono essere governate solo da una simbiosi fra uomini e macchine, fra l'intelligenza biologica e quella artificiale. Ma le navi intelligenti hanno un loro punto di vista sull'argomento, e non è detto che coincida con quello dell'uomo. Il brusco risveglio di Raja Flattery, ben prima dell'arrivo nel sistema di Tau Ceti, è perciò l'inizio di una drammatica odissea fra il vuoto dello spazio e l'ambitissimo pianeta Pandora. (Urania Millemondi nr. 69, in uscita il 5 novembre, € 7,90. Ebook disponibile a € 3,99).

urania-novembre-2014

A noi vivi (For Us, The Living: A Comedy of Customs), di Robert A. Heinlein (1907-1988), è il titolo in uscita il 12 novembre per la collana figlia Urania Collezione. Si tratta del primo romanzo - di fantascienza utopica - dell'autore americano, scritto nel 1938-39, creduto perduto, ritrovato nel 2002, pubblicato postumo nel 2003 e arrivato per la prima volta in Italia nel 2005 (Urania 1505).

A noi vivi, che contiene, in nuce, temi e idee dell'Heinlein maturo, racconta la storia dell'ingegnere Perry Nelson che, dopo un incidente nel 1939, si risveglia nel 2086 in un altro corpo e in un'epoca completamente diversa dalla sua, sia dal punto di vista della tecnologia, che da quello dei sistemi politico-economici e dei modelli sociali, comportamentali e psicologici. Al nuovo e migliore mondo evoluto, Perry, uomo degli Anni Trenta, dovrà abituarsi. Questa la sinossi ufficiale del libro: "È a noi vivi che spetta portare a termine il lavoro lasciato incompiuto da quelli che qui combatterono" disse il presidente Abramo Lincoln nel celebre discorso di Gettysburg (19-11-1863), pensando al futuro della nazione. Ed è a noi vivi - lettori di "Urania" e della fantascienza d'autore - che spetta meditare sul progetto utopico di Robert A. Heinlein, già tutto racchiuso nel primo romanzo scritto dal grande autore americano, rimasto inedito per decenni. Un libro che comincia nel più classico dei modi, quando il 12 luglio 1939 Perry Nelson finisce fuori strada per una gomma bucata e precipita verso il mare. L'ultima cosa che vede è una ragazza con un costume da bagno verde, ma quando riapre gli occhi c'è un'altra donna con lui, il paesaggio è montano e la data è il 7 gennaio 2086. (Urania Collezione nr. 142, in uscita il 12 novembre, € 5,90. Ebook disponibile a € 2,99).

Cuori strappati è il romanzo di Glauco De Bona, vincitore dell'edizione 2013 del Premio Urania. Si tratta di una storia ricca di intrigo ambientata ad Ambrosia, la metropoli del futuro, dedicata al risorgere dei culti maya per ottenere l’immortalità di una casta onnipotente. Il romanzo apre davanti ai nostri occhi un quadro agghiacciante di sacrifici umani, esperimenti “off-limits” e crudeli privilegi sociali, mettendo in scena un gruppo di personaggi che non si faranno dimenticare facilmente. Un enigma, ci fa sapere Giuseppe Lippi, curatore storico di Urania, dalle pagine del blog della collana, che riguarda il tempo, le antiche civiltà, alcune tra le pratiche più cruente della storia e una casta che gioca con la vita e la morte. Aggiunge Glauco De Bona dalle stesse pagine, che nel suo romanzo, pur essendo contaminato dal noir, si respira comunque fantascienza: dall’ambientazione alla tecnologia, dalle nuove metropoli ai sistemi di trasporto, perfino il movente degli omicidi e dei cuori strappati è fantascientifico.

Glauco De Bona, classe 1973, scrittore e poeta emergente, affetto da una grave malattia, la distrofia muscolare, ha già all'attivo alcuni romanzi fantastici, tra cui Il milionesimo clone, 2005, L’estrema frontiera, 2008, La trinità nera, 2013, ha partecipato al Premio Urania anche in passato e ha appena vinto la nona edizione del Premio Longarone.

Questa la sinossi ufficiale di Cuori strappati: Un uomo armato di bisturi si aggira per le strade di Ambrosia, cercando le case dei suoi pazienti che si augurano di non incontrarlo affatto, o almeno di non incontrarlo oggi. È un chirurgo che dopo ogni operazione scompare, ma si fa rivedere presto perché lavora a un progetto più ambizioso. Pochi sanno che i pazienti (anche i più spaventati) sono in realtà "vittime" del tutto consenzienti, o che un'inquietante teoria sulla fine del tempo abbia a che fare con quelle che sembrano le gesta di un criminale; eppure, dopo l'ennesimo "cuore strappato" qualcuno si è messo in cerca della verità. Una donna vuole vederci chiaro, anche se l'esperimento sembra arrivato ormai al termine e manca così poco allo scoccare dell'Ora Degna... (Urania nr. 1612, in uscita il 5 novembre, € 4,90. Ebook disponibile a € 2,99).

Video | Intervista tv a Frank Herbert

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 5 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO