Pashazade, di Jon Courtenay Grimwood, finalista a Campbell, Clarke e BSFA

In uscita, grazie al crowdfunding, un noir ucronico british ambientato in un'Alessandria d'Egitto alternativa

Arriva, in Italia, Pashazade, di Jon Courtenay Grimwood, romanzo noir-ucronico, con tocco cyberpunk, pubblicato da Zona42, editore di fantascienza e altre meraviglie. La pubblicazione è stata possibile grazie a un progetto di crowdfunding durato alcuni mesi e andato a buon fine. La neonata Zona42 ha già all'attivo, lo ricordiamo, Desolation Road, di Ian McDonald, e Il Sole dei soli, di Karl Schroeder. I prossimi appuntamenti saranno con un autore italiano, per ora, ancora misterioso, e con Charles Stross.

Jon Courtenay Grimwood è uno scrittore inglese di fantascienza e fantasy, con una particolare predilezione per l'ucronia, in seno alla quale ambienta romanzi fantascientifici e fantasy. Nato a Malta (battezzato a bordo di una nave, sopra una campana rovesciata) e cresciuto tra Inghilterra, Sudest asiatico e Norvegia, Grimwood, classe 1954, ha ricevuto premi e nomine a molti premi F&SF, tra questi: BSFA, BFA, Arthur C. Clarke, Campbell Memorial.

L'autore ha all'attivo una quindicina di romanzi, il primo dei quali, neoAddix, scritto nel 1997, e l'ultimo, The Last Banquet, un romanzo storico, in verità, scritto come Jonathan Grimwood, nel 2013. (Grimwood è già giunto in Italia proprio grazie a quest'ultimo, tradotto come la La ricetta proibita, oltre che alla La città degli assassini/The Fallen Blade, 2011, un'ucronia fantasy. Entrambi i romanzi sono stati pubblicati da Newton Compton).

Nella serie cui Pashazade dà avvio, l'Arabesk Trilogy, il point of divergence (il momento in cui, nelle ucronie, la nostra realtà comincia a cambiare rispetto al normale corso della Storia) è collocato nel 1915: grazie a una pace precoce, mai avvenuta nella realtà, la Prima Guerra Mondiale non si espande e a malapena fuoriesce dai Balcani; da quell'evento il mondo comincia a svilupparsi divergendo da quello che conosciamo (manca anche la Seconda Guerra Mondiale).

La storia si ambienta nel ventunesimo secolo a El Iskandriya, Alessandria d'Egitto. Si tratta, però, di un'Alessandria diversa, parte di un impero ottomano islamico e liberale. Nei romanzi si raccontano le vicende di Ashraf, Raf, uomo geneticamente potenziato che, promesso in sposo a una ragazza, arriva a El Iskandriya e finisce accusato dell'omicidio della zia. Mentre cerca di sfuggire alla polizia e porta avanti un'indagine personale per scoprire l'assassino, alcuni flashback ci mostrano il protagonista tra collegi svizzeri, scozzesi e nelle fila della Triade di Seattle. Chi è veramente questo misterioso personaggio, supposto figlio dell'Emiro di Tunisi?

pashazade-courtenay-grimwood-zona-42

Questa la sinossi ufficiale di Pashazade: Al confine tra oriente ed occidente, El Iskandryia, l’antica Alessandria d’Egitto, è un crocevia di culture e ambizioni: libera città dell’impero ottomano, luogo di intrighi e potere, dove i soldi si mescolano alla tradizione e il valore di un uomo si giudica dal suo status sociale. Collocata in un prossimo futuro ucronico in cui le due guerre mondiali non ci sono mai state, El Iskandryia è lo straordinario scenario in cui si muovono i protagonisti di Pashazade.
Ashraf giunge in città in fuga da un passato misterioso per affrontare un futuro ignoto: promesso sposo di una ragazza che non ha mai conosciuto, sospettato dell’omicidio di una donna scomoda, alle prese con una nipote che non pensava nemmeno esistesse. Ashraf si ritroverà a muoversi in precario equilibrio tra i poteri che governano la città, con una voce in testa che non smette di dargli opinioni non richieste.
Pashazade è il racconto avvincente di un uomo costretto a fare i conti con la propria storia e a sciogliere i nodi della propria esistenza, cercando nel frattempo di sopravvivere in una città che prospera su inganni e segreti.
In Pashazade c’è tutto il necessario per soddisfare il lettore più esigente: un protagonista memorabile che si rivela nella sua complessità man mano che si procede con la lettura; un’ambientazione formidabile capace di fondere le suggestioni mediorientali con la cronaca drammatica di questi anni; un plot avvincente, a metà strada tra mistero della camera chiusa e noir urbano; una serie di comprimari che si fanno ricordare, colti all’incrocio tra oriente e occidente, in precario equilibrio tra fascinazioni tecnologiche e tradizioni millenarie.
(Qui un estratto del libro).

The Arabesk Trilogy

1. Pashazade, 2001 (Pashazade, 2014), finalista BSFA, Clarke, Campbell Memorial
2. Effendi, 2002, finalista BSFA
3. Felaheen, 2003, vincitore BSFA e finalista BFA

Jon Courtenay Grimwood
Pashazade
Zona42
Traduzione di Chiara Reali
€ 15,90
In uscita a fine ottobre

Video | Jon Courtenay Grimwood parla del suo ultimo libro, The Last Banquet, scritto come Jonathan Grimwood

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 13 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO