I libri Premi Nobel da leggere almeno una volta nella vita

Impresa difficile stilare una classifica esaustiva – o meglio, che non scontenti nessuno – dei più bei libri dei premi Nobel per la letteratura da leggere almeno una volta nella vita. E se ognuno proponesse la sua?

Ognuno ha la sua top ten dei libri del cuore, quelli da cui non si separerebbe mai e che resistono ai traslochi e agli sgomberi. E se aggiornassimo la nostra libreria andandoci a leggere qualche capolavoro della letteratura internazionale, partendo proprio dagli autori insigniti del Nobel?

In fondo, per noi autodidatti della lettura, ogni spunto è buono per cercare nuovi percorsi con cui colmare le lacune della nostra libreria. Forse si potrebbe partire da quel che abbiamo già, ovvero la nostra "lista del cuore" di capolavori di scrittori insigniti dal Nobel, e in questo caso ho anch'io ho indegnamente la mia.

C'è chi si metterebbe a ridere vedendo la brevità del mio “racconto del cuore” di Grazia Deledda (O Giovannino o la morte) o a sentirmi dire innamorata della solita, stra-citata poesia If di Rudyard Kipling, però voglio citare queste.

libri-cuore

 

Così come le argute e toccanti poesie dedicate alla moglie da parte di Eugenio Montale in Xenia I e II, o l'atmosfera vagamente visionaria e fiabesca dei racconti della raccolta Occhi di cane azzurro di Garcia Marquez (neanche cito l'Amore ai tempi del colera, altro must personale).

Consiglierei, a una persona amica, anche la raccolta completa delle poesie di Wislawa Szymborska pubblicate da Adeplhi, oppure le poesie raccolte in Versi del capitano di Pablo Neruda (la mia antologia preferita, appunto) pubblicati da Passigli.

Ho infine molto amato, come scrissi in un post qualche tempo fa, E non disse nemmeno una parola di Henrich Boll, dedicato alla croce invisibile e quotidiana dell'amore di coppia e di famiglia, come anche i tre romanzi di formazione di Elias Canetti, che sopravvivono ai traslochi/sgomberi di cui parlavo prima (La lingua salvata, Il frutto del fuoco, Il gioco degli occhi).

Piccoli spunti forse scontati? Chissà. Certo, ci sarebbero da citare tantissimi altri nomi, da Da Faulkner a Hemingway, passando per Albert Camus e Montale, Isac B. Singer o Garcia Marquez, da Herta Muller a Doris Lessing. E allora aspettiamo anche i vostri suggerimenti!

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 7 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO