Ma cosa leggono le Sentinelle in piedi durante i loro sit-in? La dieta Dukan!

Uno immagina che le Sentinelle in piedi nelle loro manifestazioni si dedichino a letture profonde per rafforzare le proprie basi, e invece...

Ma cosa leggono le sentinelle in piedi durante i loro sit-in? La dieta Dukan!

Più magre, più belle con le sentinelle! La battuta è di Elisa, su Facebook, a commento di una foto, scattata ieri durante un incontro delle Sentinelle in piedi a Terni, in Umbria. Come sapete le Sentinelle in piedi protestano contro i diritti civili in Italia confondendo libertà di parola con negazione dei diritti umani. Manifestano in piedi, in silenzio, in alcune città italiane e così spiegano sul loro sito:

Sentinelle in Piedi è una resistenza di cittadini che vigila su quanto accade nella società e sulle azioni di chi legifera denunciando ogni occasione in cui si cerca di distruggere l’uomo e la civiltà. Ritti, silenti e fermi vegliamo per la libertà d’espressione e per la tutela della famiglia naturale fondata sull’unione tra uomo e donna.

Noi siamo convinti che la distruzione dell’uomo e della civiltà venga dall’ignoranza e non dall’essere tutti uguali e i libri dovrebbero aprirci la mente per farci scoprire l’alterità non per farci chiudere nel nostro mondo. Parliamo di libri perché, come si vede dalle foto, i manifestanti, “ritti, silenti e fermi” impiegano il loro tempo leggendo. Una cosa buona la fanno, almeno!

Ma poi ci si sofferma a sbirciare i titoli che leggono e cadono le braccia: La dieta Dukan dei 7 giorni. Questa sì che è cultura! Questo sì che è avere delle basi culturalmente solide per far valere le proprie idee. Meglio a Terni che a Sassari, comunque, dove una Sentinella di sesso maschile leggeva il libro Sposati e sii sottomessa. Pratica estrema per donne senza paura (perché lo leggeva un lui poi un libro del genere resta un mistero, visto che l'autrice, Costanza Miriano, ha anche una versione per maschietti: Sposala e muori per lei. Uomini veri per donne senza paura). Intanto loro leggono questi testi e si fanno passare per intellettuali, mentre chi fa ironia e denuncia il loro oscurantismo in maniera provocatoria rischia una denuncia per apologia di fascismo...

Noi di Booksblog consigliamo al fan della dieta Dukan e ai suoi commilitoni un altro libro, un saggio serio e ben fatto (del resto è edito dal Mulino che pubblica testi sempre molto curati) e che era anche nella cinquina finalista del Bancarella della cucina: il libro è scritto da David Gentilcore e il titolo è Italiani mangiapatate. Ma è il sottotitolo che ci ha fatto pensare di consigliarlo a questi strenui difensori della “famiglia tradizionale”: Fortuna e sfortuna della patata nel Belpaese.


Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 2413 voti.  

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO