Il fucile da caccia, di Inoue Yasushi

Il fucile da caccia, di Inoue YasushiSi rimane folgorati dalla maestosa e semplice bellezza della scrittura e della storia nel leggere Il fucile da caccia di Inoue Yasushi (1907-1991), pubblicato in Italia da Adelphi. Un testo breve, asciutto ma che scava dentro sia ai personaggi della storia, sia al lettore. Un romanzo epistolare (tre lettere di donne e una di un uomo) introdotte, se così possiamo dire, da una poesia dal titolo, appunto, Il fucile da caccia.

Una storia fatta, soprattutto, di silenzi che diventano eloquenti. L'autore sembra volerci invitare a guardare al di là delle apparenze perché, se siamo onesti con noi stessi, sappiamo già come vanno le cose.

La trama è la seguente: un poeta pubblica su una rivista una poesia su un uomo che porta un fucile da caccia. Tempo dopo all'autore della poesia giunge un plico con alcune lettere: il mittente del plico è un uomo correlato a quel fucile da caccia celebrato nella poesia; nel plico tre lettere di altrettante donne indirizzate al mittente del plico. Il romanzo, quindi, trascrive le lettere.

Ci troviamo, così, a vedere la stessa realtà attraverso quattro punti di vista (le autrici delle lettere e il destinatario) a cui possiamo aggiungere un quinto punto di vista (quello del poeta che si chiede e ci chiede: “Che significato dovevano aver avuto per Misugi quelle tre lettere? Che cosa aveva capito leggendole?”).

Possiamo aggiungere ancora altri due punti di vista: quello dell'autore del libro, Inoue Yasushi, che nel confezionare il libro ci presenta il suo modo di vedere la situazione; e di noi che leggiamo e, lentamente, scopriamo tasselli di un superbo mosaico e alla fine traiamo le nostre conclusioni.

Un romanzo, quattro lettere, sette punti di vista: tutto concentrato poco più di cento pagine (nell'edizione Adelphi). Un vero capolavoro.

Per rimanere sul tema dei punti di vista, vi invito a leggere, qui su Booksblog, la recensione che Sara ha scritto per questo stesso libro.

Inoue Yasushi
Il fucile da caccia
traduzione di Giorgio Amitrano
Adelphi, 2011 (14)
IBSN 978-88-459-1844-5
pp. 101, euro 9

  • shares
  • +1
  • Mail