Al mio cuore, di domenica, di Wisława Szymborska

“Al mio cuore, di domenica” è una poesia di Wisława Szymborska, Premio Nobel per la letteratura nel 1996, in cui si riflette sul costante ritmo del muscolo cardiaco.

È Wisława Szymborska (1923-2012), Premio Nobel per la letteratura nel 1996, a farci compagnia in questa domenica con la sua poesia dal titolo Al mio cuore, di domenica tratta dalla raccolta La gioia di scrivere. Tutte le poesie (1945-2009), pubblicata da Adelphi.

La domenica è il giorno in cui la quotidianità assume un ritmo diverso che permette di riposarsi, di incontrare amici e persone a cui si vuole bene, di rilassarsi nel senso più ampio del termine. In questo cambiamento di ritmi ce n’è uno che rimane uguale: è quello del cuore che continua a lavorare con il solito viavai prefestivo, per usare le parole di Wisława Szymborska.

La domenica, quindi, diventa un giorno per ringraziare anche il nostro cuore che continua a farci andare avanti, nei giorni festivi e in quelli feriali.

Al mio cuore, di domenica. Una poesia di Wisława Szymborska

Al mio cuore, di domenica

Ti ringrazio, cuore mio:
non ciondoli, ti dai da fare
senza lusinghe, senza premio,
per innata diligenza.

Hai settanta meriti al minuto.
Ogni tua sistole
è come spingere una barca
in mare aperto
per un viaggio intorno al mondo.

Ti ringrazio, cuore mio:
volta per volta
mi estrai dal tutto,
separata anche nel sonno.

Badi che sognando non trapassi in quel volo,
nel volo
per cui non occorrono le ali.

Ti ringrazio, cuore mio:
mi sono svegliata di nuovo
e benché sia domenica,
giorno di riposo,
sotto le costole
continua il solito viavai prefestivo.

Foto | Neal. via photopin cc

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 22 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO